A causa della longevità di Indianapolis 500 , numerose tradizioni che circondano la gara si sono sviluppate nel corso degli anni. Le tradizioni includono le procedure per la corsa della corsa, la programmazione e le festività pre-gara e post-gara. Per molti fan, queste tradizioni sono un aspetto importante della razza, e hanno spesso reagito in modo abbastanza negativo quando le tradizioni sono cambiate o infrante.

Come parte del weekend del Memorial Day , le cerimonie pre-gara di Indianapolis 500 presentano diverse canzoni patriottiche. Le tradizioni più degne di nota e più popolari sono il canto annuale di “ Back Home Again in Indiana “ e la bottiglia di latte del vicolo della vittoria .

Mese di maggio

Le due o tre settimane di prove e qualifiche che portano alla 500 a Indianapolis sono note nei circoli di gara semplicemente come „il mese di maggio [a Indianapolis]“. Nei primi anni, la pista tradizionalmente aperta per la pratica il 1 ° maggio (indipendentemente dal giorno della settimana). Questa pratica risaliva al 1911. La politica era tipicamente quella di rendere la pista disponibile per le esercitazioni entro e non oltre il 1 ° maggio, anche se nella maggior parte degli anni, pochi, se non addirittura nessun concorrente, sarebbe ancora sul campo. In alcuni anni, la pista sarebbe stata disponibile per esercitarsi e testare già ad aprile. Ad esempio, nel 1932, le auto cominciarono ad arrivare il 6 aprile, e nel 1969, il primo giorno di pratica era il 28 aprile. Nei primissimi anni, non era raro che la pista venisse chiusa la domenica durante le prove, o essere aperta perché solo i concorrenti con le porte erano chiusi al pubblico. Nel 1974, a causa delcrisi energetica , il programma è stato ridotto e la pista si è aperta invece tre settimane prima del giorno della gara. Il cambiamento è stato ben accolto, e il nuovo programma è stato reso permanente, con varie modifiche nel corso degli anni.

Nel 2014 , una seconda gara a Indianapolis è stata presentata al programma IndyCar Series, condotto sul tracciato stradale della pista. Il nuovo evento si svolge due settimane prima del 500. [1]

Memorial Day

La gara è sempre stata programmata in concomitanza con il Memorial Day . Fino al 1970, la corsa si tenne il Memorial Day proprio il 30 maggio, indipendentemente dal giorno della settimana, a meno che non cadesse domenica. In quei casi era previsto per lunedì 31 maggio. Dopo l‘ Uniform Monday Holiday Act è entrato in vigore nel 1971, la gara è stata programmata come parte del fine settimana del Memorial Day di tre giorni , il sabato, la domenica o il lunedì. Dal 1974, la gara è stata programmata per il weekend della domenica del Memorial Day e si è tenuta domenica con solo due eccezioni a causa di ritardi di pioggia.

Le domeniche venivano evitate per programmare l’attività di gara che risaliva alle gare pre-500 del 1909 e del 1910. Nei primi decenni le domeniche venivano usate occasionalmente per esercitarsi e / o per le qualifiche, ma venivano usate con parsimonia negli anni precedenti la Seconda Guerra Mondiale. In alcuni primi anni, la pratica poteva essere autorizzata di domenica, ma i cancelli potrebbero non essere aperti al pubblico. Quando Tony Hulman acquistò lo Speedway dopo la seconda guerra mondiale, la direzione di Speedway continuò a rifiutarsi di programmare la gara di domenica, una politica che rimase in vigore fino al 1973. Le qualifiche e le prove erano regolarmente tenute la domenica in quegli anni, senza giorni chiusi agli spettatori.

  • Dal 1971 al 1972, la gara è stata programmata per il sabato del fine settimana del Memorial Day.
  • Nel 1973, la corsa fu programmata per il Memorial Day Monday. Tuttavia, la pioggia ha ritardato fino a mercoledì.
  • Dal 1974, la gara è stata programmata per il fine settimana della domenica del Memorial Day.
  • La gara del 1986 si è svolta il fine settimana dopo la festa federale ufficiale a causa di due rainouts. La gara si è svolta il sabato successivo, il 31 maggio, la data pre-1971 della gara se il 30 maggio era domenica.
  • La gara del 1997 fu simile al 1973 con due ritardi di pioggia, quasi unici come il 1986. Era programmato per domenica 25 maggio, ma la pioggia pesante si dileguò. La gara è iniziata il giorno successivo, il Memorial Day (lunedì 26 maggio), ma le piogge sono tornate nella zona. La gara è stata interrotta dopo 15 giri e non è stato possibile ricominciare. A parte i 101 giri necessari per una gara ufficiale, i funzionari della pista hanno deciso di riprendere la gara il giorno seguente (martedì 27 maggio). La gara è stata portata a termine, poiché i giri 16-200 sono stati completati martedì.

Anche il giorno delle forze armate cade durante il mese di maggio, e di solito coincide con uno dei fine settimana delle prove a cronometro. Dal 1978 allo Speedway, quel fine settimana è spesso pieno di attività che onorano l‘ esercito americano , compreso un giuramento di cerimonia di arruolamento .

Giorni e date

Giorno Totale Anni
Domenica 42 1974 , 1975 , 1976 , 1977 , 1978 , 1979 , 1980 , 1981 , 1982 , 1983 , 1984 , 1985 , 1987 , 1988 , 1989 , 1990 , 1991 , 1992 , 1993 , 1994 , 1995 ,
1996 , 1998 , 1999 , 2000 , 2001 , 2002, 2003 , 2004 , 2005 , 2006 , 2007 , 2008 , 2009 , 2010 , 2011 , 2012 , 2013 , 2014 , 2015 , 2016 , 2017
Lunedi 15 1915 , 1920 , 1921 , 1926 , 1927 , 1932 , 1937 , 1938 , 1948 , 1949 , 1954 , 1955 , 1960 , 1965 , 1966
martedì 8 1911 , 1916 , 1922 , 1933 , 1939 , 1950 , 1961 , 1997
mercoledì 8 1923 , 1934 , 1940 , 1951 , 1956 , 1962 , 1967 , 1973
giovedi 8 1912 , 1928 , 1929 , 1935 , 1946 , 1957 , 1963 , 1968
Venerdì 8 1913 , 1924 , 1930 , 1941 , 1947 , 1952 , 1958 , 1969
Sabato 12 1914 , 1919 , 1925 , 1931 , 1936 , 1953 , 1959 , 1964 , 1970 , 1971 , 1972 , 1986
Data Totale Anni
24 maggio 6 1981 , 1987 , 1992 , 1998 , 2009 , 2015
25 maggio 5 1975 , 1980 , 2003 , 2008 , 2014
26 maggio 6 1974 , 1985 , 1991 , 1996 , 2002 , 2013
27 maggio 8 1972 , 1979 , 1984 , 1990 , 1997 , 2001 , 2007 , 2012
28 maggio 6 1978 , 1989 , 1995 , 2000 , 2006 , 2017
29 maggio 8 1971 , 1977 , 1983 , 1988 , 1994 , 2005 , 2011 , 2016
30 maggio 53 1911 , 1912 , 1913 , 1914 , 1916 , 1920 , 1921 , 1922 , 1923 , 1924 , 1925 , 1927 , 1928 , 1929 , 1930 , 1931 , 1932 , 1933 , 1934 , 1935 ,
1936 , 1938 , 1939 , 1940 , 1941 , 1946 , 1947, 1949 , 1950 , 1951 , 1952 , 1953 , 1955 , 1956 , 1957 , 1958 , 1959 , 1960 , 1961 , 1962 ,
1963 , 1964 , 1966 , 1968 , 1969 , 1970 , 1973 , 1976 , 1982 , 1993 , 1999 , 2004 , 2010
31 maggio 9 1915 , 1919 , 1926 , 1937 , 1948 , 1954 , 1965 , 1967 , 1986

Pratica e qualificazione

  • Happy Hour: l’ora finale di allenamento e qualifica ogni giorno è denominata “ Happy Hour „. A causa delle ampie tribune a due piani sul frontalino, le grandi ombre sono proiettate su una buona parte della pista, raffreddando la superficie dell’asfalto. Una temperatura dell’aria ambientale più bassa e una temperatura superficiale della pista inferiore si traducono solitamente in velocità più elevate. Da quando Indiana ha iniziato a osservare l‘ ora legale nel 2006, questo fenomeno è stato in qualche modo diminuito.
  • Venerdì veloce: l’ultima sessione di prove libere prima delle qualifiche della pole position è soprannominata „Fast Friday“. Le più alte velocità del mese si osservano comunemente il venerdì veloce, in quanto i team e i piloti preparano gli ultimi preparativi e cercano i „diritti di vanteria“ finali prima della corsa per la pole position. Dal momento che la formula attuale del motore è stata adottata nel 2012, elevati turbocompressore “ Boost livelli“ è stato permesso il Venerdì veloce, che riflette l’aumento del livello consentito durante le prove a cronometro. I piloti che sono stati “ sandbagging “ durante la settimana possono scegliere di rivelare la propria velocità, nel tentativo di prendere le distanze dalla competizione. A volte le velocità attivate in Fast Friday sono superate dai rispettivi conducenti. Anche se „Fast Friday“ è stato un appuntamento fisso tra gli anni ’50 e ’60, il soprannome non è stato coniato fino al 1996. [2] I record tracciati nel Fast Friday (così come in altre sessioni di prova) sono considerati non ufficiali. Il corpo sanzionatore riconosce solo le velocità stabilite durante le sessioni ufficiali di qualifica e di gara.
  • Pole Day: il primo giorno delle prove a cronometro è stato denominato “ Pole Day „. La qualifica più veloce in pole position vince la pole position molto ambita . Nel corso degli anni, la „corsa per la pole“ è stata spesso considerata una gara in sé, una gara di velocità, ed è stata pubblicizzata comeil secondo più grande evento sportivo di un giorno (secondo solo al giorno di gara stesso). Sebbene le folle siano diminuite per il giorno in pole, e le modifiche alle regole hanno ridotto le velocità, il soprannome „Il giorno più veloce negli sport motoristici“ è ancora usato. Dal 2014, un formato speciale di due giorni è stato utilizzato per le prove a tempo e la pole position non è in realtà determinata fino alla conclusione del secondo giorno. Il termine „pole day“ è ancora ampiamente utilizzato, tuttavia ora si fa riferimento a volte al secondo giorno in particolare.
  • Bump Day: l’ultimo giorno di qualifica, quando viene impostato il campo di partenza finale, è noto come „Bump Day“ (o „Bubble Day“). Si dice che i conducenti che sono stati rimossi dalla griglia di partenza di 33 per essere stati qualificati da vetture più veloci siano stati „urtati“. L’autista con la velocità più bassa nel campo del 33, il primo in fila a essere urtato, si dice che sia „sulla bolla“. [3]I conducenti non qualificati tentano di sbattere contro il campo e „fanno scoppiare la bolla del conducente più lento“. Prima della seconda guerra mondiale, il termine tipicamente utilizzato per i conducenti che venivano buttati fuori dal campo era „affollato“. Dall’inizio degli anni 2000, le liste di ingresso più piccole hanno portato a un minor numero di automobili, o addirittura a zero di automobili, a essere urtate dalla griglia di partenza. Con l’adozione del formato di qualifica speciale di due giorni nel 2014, la procedura di bumping, se si verifica, si verificherà effettivamente il primo giorno (sabato) delle prove a tempo. Come tale, il termine „Bump Day“ sta scomparendo dall’uso.
  • Pratica post-qualifica : a partire dal 2014, è stata programmata una sessione di prove aggiuntive il lunedì dopo le qualifiche. Dopo revisioni pianificazione, nonché un sostanziale cambi formato per qualifica, questo 3 1 / 2 la sessione oraria è utilizzata specificatamente per le prove di gara, in particolare la pratica del „gruppo“ multi-macchina. In precedenza i team utilizzavano i giorni della settimana e molto spesso utilizzano liberamente i tempi di inattività dell’ultima giornata di prove a cronometro per tale pratica. A causa dei cambiamenti di formato delle prove a tempo, non è più disponibile un tempo adeguato per esercitarsi durante i periodi di inattività dell’ultimo giorno di prove a causa della lunga ispezione tecnica post-qualifica e del ritardo generale del giorno in cui la griglia di partenza è finalizzata . Questo periodo di pratica extra viene talvolta utilizzato dai team per „allontanare“ i motori, installando un nuovo motore per Carb Day e il giorno della gara.
  • Indy Lights : * La serie Indy Lights ha iniziato una gara di supporto, la Freedom 100 , durante il mese di maggio del 2003. Per i primi due anni, si è svolta il secondo fine settimana di cronometro. Nel 2005, è stato spostato in Carb Day. Prove e prove cronometrate si svolgono giovedì, il giorno prima del Carb Day. Le squadre IndyCar non sono autorizzate a esercitarsi da martedì a giovedì, tuttavia, possono svolgere le pratiche di pit stop. Inoltre, il tempo è dedicato alla creazione delle rispettive aree dei box.
  • Carb Day: l’ultima sessione di prove prima della gara, che si tiene attualmente il venerdì prima del giorno di gara, si chiama „Carburetion Day“ (abbreviato in „Carb Day“ dal 2000). Il nome deriva in origine dal fatto che era la sessione finale in cui le squadre potevano sintonizzare i carburatori in condizioni simili a quelle che si potrebbero incontrare nel giorno della gara. Il nome è rimasto nonostante il fatto che nessuna auto qualificata abbia usato un carburatore dal 1963. [4] Il giorno è ora simile alla maggior parte dei fine settimana del motorsport, poiché la pratica finale è ora affiancata sia da una gara di pit stop tra i migliori serie di supporto, attualmente Indy Lights , feature race, Freedom 100 , insieme ad un concerto al circuito in seguito.[5] Dal 1969 al 1972, Carb Day si è tenuto il mercoledì prima della gara. Dal 1973 al 2004, il Carb Day si è tenuto il giovedì prima della gara. È stato spostato a venerdì a partire dal 2005, quando la gara di Indy Lights è stata trasferita a questo fine settimana. Prima del 1969, Carb Day non era un giorno fisso della settimana, ma era semplicemente programmato per una giornata anonima a metà tra l’ultimo giorno delle prove a cronometro e il giorno della gara, ed a volte era chiuso al pubblico.

Radio

Il fiore all’occhiello di lunga data di IMS Radio Network è WFNI AM 1070 (in precedenza 1070 WIBC ). La rete risale al 1952 e inizialmente è stata lanciata utilizzando il talento WIBC. Dalla fine degli anni ’60 e dai primi anni ’70, la stazione ha presentato un’ampia copertura giornaliera di prove, qualifiche e copertura pre-gara e post-gara il giorno della gara.

Dal 1971, lo spettacolo quotidiano più popolare e più tradizionale del mese di maggio è stato The Talk of Gasoline Alley di Donald Davidson . [6]

Concerti

Dal 1998, un concerto con una (e) azione (i) migliore (i) si è tenuto nel fine settimana della gara. Numerose altre band locali, band indie , garage band , e gli atti musicali più piccoli eseguono altre volte nel corso del mese nei giorni che caratterizzano l’attività in pista. Dal 1998, si tiene un concerto da headliner su Carb Day. A partire dal 2014, un secondo concerto da headliner si è tenuto a Legends Day. Gli artisti sono stati i seguenti:

  • 1998: Tracy Byrd e Neal McCoy
  • 1999: Lorrie Morgan e Sammy Kershaw
  • 2000: Smash Mouth
  • 2001: Soul Collective
  • 2002: Better Than Ezra ( nove giorni aperti)
  • 2003: Cracker ( Kenny Bräck e i subwoofer aperti)
  • 2004: Live ( aperto Kenny Bräck e Subwoofer)
  • 2005: The Black Crowes ( 22-20 aperti)
  • 2006: The B-52’s e Third Eye Blind
  • 2007: Kid Rock
  • 2008: Stone Temple Pilots
  • 2009: 3 porte verso il basso
  • 2010: ZZ Top
  • 2011: Staind e Papa Roach [7]
  • 2012: Lynyrd Skynyrd
  • 2013: veleno
  • 2014
    • (Giorno Carb): Sammy Hagar e The Wabos , Sublime con Roma
    • (Giorno delle leggende): Jason Aldean
  • 2015
    • (Carb Day): 38 Special , OAR , Jane’s Addiction
    • (Giorno delle leggende): Florida Georgia Line , Thomas Rhett , Frankie Ballard
    • (4 luglio): The Rolling Stones ( Zip Code Tour ), Rascal Flatts
  • 2016
    • (Giorno Carb): Viaggio
    • (Giorno delle leggende): Corey Cox, Chris Janson , Blake Shelton
  • 2017
    • (Giorno Carb): Steve Miller Band , Barenaked Ladies
    • (Giorno delle leggende): Keith Urban , Dustin Lynch , Clayton Anderson

Last Row Party

Pochi giorni prima della gara, il „Last Row Party“ è stato organizzato per beneficenza dal 1972. Si tratta di una borsa di studio organizzata dalla Indianapolis Press Club Foundation, che si tiene solitamente il giovedì sera o il venerdì sera prima della gara. Attualmente si svolge presso una delle suite nella Pagoda, e precedentemente si è svolta allo Speedway Motel. L’evento è condotto come un arrosto e un cocktail party per le ultime tre qualificazioni della 500, che partiranno dall’undicesima e ultima fila (posizioni 31, 32 e 33). A causa della complessa procedura di qualificazione per la gara, questi tre piloti sono solitamente, ma non sempre, le tre vetture più lente sul campo. [8]Come il signor Irrelevant, molti di questi conducenti sono spesso oscuri, ma sette ex o eventuali vincitori della gara hanno partecipato all’onore in qualche momento della loro carriera.

Oltre ad essere oggetto di numerosi scherzi e scherzi di buon carattere, i tre piloti sono presentati con una giacca speciale, vari regali e assegni per 31 ¢ , 32 ¢ e 33 ¢, rispettivamente. Il gruppo diventa noto come „11th Row Society“, e gode di una cena a buffet , aperitivo , cocktail e antipasti con i partecipanti. Più tardi possono firmare autografi e posare per le foto, in quello che è generalmente un ambiente divertente e rilassato. L’emcee dell’evento è di solito una figura mediatica, e gli ospiti del passato includono Bob Jenkins , Robin Miller , Jack Arute , Dave Wilsone Laura Steele. I co-emcees del 2015 e del 2016 sono stati Curt Cavin ( Indianapolis Star ) e Chris Hagen ( WXIN ). Lindy Thackston ha ospitato l’evento per la prima volta nel 2017. Il ricevimento del 2013 non si è tenuto, ma una breve cerimonia si è tenuta a Carb Day per riconoscere i premiati.

Incontro con piloti pubblici e Legends Day

Il giorno prima della gara, si tiene una riunione di piloti ufficiali sulla pista, che è aperta al pubblico, ed è frequentata da tutti. Questa tradizione risale a molti decenni. Durante l’incontro, i 33 piloti di partenza sono presentati con il loro anello di avviamento e vari premi e trofei vengono consegnati (come i trofei della gara dell’anno precedente, i premi di qualificazione, i premi di carriera, ecc.) I piloti sono di solito seduti su una piattaforma situato nelle undici file di tre, e numerose altre celebrità e ospiti speciali possono essere onorati o dare osservazioni. I chiarimenti delle regole, le istruzioni per la gara e altre informazioni pertinenti sono anche discussi nel forum aperto. Driver che non possono partecipare a causa di conflitti di pianificazione (ad es.

Questa riunione dei piloti è separata dalla riunione ufficiale dei piloti, organizzata da stewards. Quell’incontro, tenutosi la mattina della gara, è rigorosamente chiuso al pubblico e ai media.

A partire dal 1998, i giorni precedenti alla gara hanno incluso cerimonie e attività per onorare gli ex conducenti. In alcuni anni, ogni giorno durante la settimana avrebbe avuto una leggenda di Indy in evidenza, e potrebbe includere l’autista fare giri cerimoniali intorno alla pista in una delle sue auto da corsa vincenti, o in un’auto di pace. Altri anni hanno utilizzato l’Opening Day come un’opportunità per onorare le leggende di Indy. Inoltre, il giorno prima della gara è stato ampliato per includere una sessione di autografi con i 33 piloti di partenza, ex piloti, sessioni di domande e risposte, display delle auto, una „fanfest“ a metà strada, uno spettacolo di memorabilia e altri festeggiamenti. A partire dal 2011, gli eventi del giorno prima della gara sono stati ufficialmente a tema „Giorno delle leggende“ e sono stati premiati. Inoltre, Legends Day mette in mostra le auto classiche della 500:

Giorno delle leggende premiato

  • 1998: „Parade of Champions“ (Parnelli Jones, Bobby Unser , Gordon Johncock , Johnny Rutherford , Al Unser , Tom Sneva )
  • 1999: „Legends of the Speedway“ ( Rodger Ward , AJ Watson , Johnny Rutherford , Jim Rathmann , Lloyd Ruby )
  • 2000: „Legends of the Speedway“ ( Joe Leonard , Duke Nalon , Emerson Fittipaldi , Rick Mears , Mario Andretti , Andy Granatelli )
  • 2001: „Salute alle macchine“ (auto vincitrici dell’indy 500 del 1911, 1922, 1931, 1951, 1961 e la turbina a cuneo del 1968)
  • 2003: „Vincitori back-to-back“ ( Wilbur Shaw , Mauri Rose , Bill Vukovich , Al Unser , Hélio Castroneves )
  • 2006: „Andretti Opening Day“ ( Mario , Michael e Marco festeggiano tre generazioni della famiglia Andretti a Indy)
  • 2007: „AJ Foyt Opening Day“ (Celebrazione del 50 ° anno di AJ Foyt che partecipa a Indianapolis).
  • 2008: „Unser Opening Day“ ( Al Sr. , Al Jr. , Robby , Johnny e Al III , che celebra la famiglia Unser a Indy) [10]
  • 2011: „Legends Day“ con AJ Foyt
  • 2012: „Legends Day“ con Roger Penske
  • 2013: „Legends Day“ con Parnelli Jones [11]
  • 2014: „Legends Day“ con Mario Andretti
  • 2015: „Legends Day“ con Al Unser, Sr.
  • 2016: „Legends Day“, premiazione dei campioni della 500
  • 2017: „Legends Day“, premiazione dei vincitori di Rookie dei 500

500 Festival Parade

Il 500 Festival [13] è un’organizzazione no-profit fondata nel 1957 per organizzare vari eventi civici nella città di Indianapolis fino alla corsa. [14] I due eventi più importanti sono la MiniMarathon OneAmerica 500 Festival di inizio maggio e la 500 Festival Parade il giorno prima della gara. Altri eventi hanno incluso „Community Day“ presso la pista, cerimonie commemorative, pranzi, e la Snake Pit annuale di sfera , un nero cravatta mondana raccolta di centro.

In molti anni, il gran maresciallo della parata è stato una celebrità con legami con l’Indiana o l’area di Indianapolis, in particolare con le figure sportive dell’area di Indianapolis. In molti casi, il gran maresciallo della sfilata viene anche premiato durante le festività pre-gara nella mattinata di gara. Il comitato organizzatore vanta la parata come una delle più grandi della nazione. Nel 1997, un incendio ha travolto l’hangar che ospitava i carri per la sfilata di quell’anno, minacciando di annullare l’evento. Solo quattro carri sono stati risparmiati, e Buddy Lazier s‘ macchina vincente 1996 sfuggito il fuoco solo perché il museo aveva deciso di aspettare qualche giorno in più prima di consegnarlo alla zona di sosta galleggiante. La sfilata è andata avanti come da programma, ma in un formato leggermente riorganizzato. [15] [16]

I gran marescialli per la parata annuale sono stati i seguenti:

  • 1957 Ten. Gen. GW Arnold
  • 1958 Shirley MacLaine
  • 1959
  • 1960 Gen. David M. Shoup , nativo dell’Indiana, medaglia d’onore , 22 ° Comandante USMC
  • 1961 Il tenente gen. Joe W. Kelly , nativo dell’Indiana, ricevente DFC , quinto comandante della MATS
  • 1962 Gen. Herbert B. Powell
  • 1963. Il generale Charles G. Dodge , comandante generale della 5a armata americana , Ft Sheridan , Illinois
  • 1964
  • 1965 James Stewart
  • 1966 Walter Cronkite
  • 1967 Lorne Greene , Dan Blocker , Michael Landon
  • 1968 Ambasciatori del Perù , della Bolivia e dell’Ecuador
  • 1969 Manuel Fraga Iribarne
  • 1970 Edie Adams
  • 1971 George W. Romney , John Arthur Love , Carl Stokes
  • 1972 Phil Harris
  • 1973 James H. Kasler
  • 1974 Topolino
  • 1975 Peter DePaolo , vincitore 1925 Indianapolis 500 (autista); vincitore 1935 Indianapolis 500 (proprietario del team)
  • 1976 Tony Hulman e Bob Hope
  • 1977 William Hanna e Joseph Barbera
  • 1978 Roy Clark
  • 1979 Gerald Ford
  • 1980 Mike Douglas
  • 1981 Joyce DeWitt (cresciuto a Speedway, nell’Indiana , si è laureato alla Speedway Senior High School )
  • 1982 Merlin Olsen
  • 1983 Joseph P. Allen ( Crawfordsville, Indiana nativo)
  • 1984 David Hasselhoff
  • 1985 Topolino
  • 1986 Jerry L. Ross
  • 1987 Mario Vázquez Raña
  • 1988 Jim Davis e Garfield (Davis è un residente nativo e permanente dell’Indiana)
  • 1989 Gene Autry
  • 1990 Dan Quayle ( vicepresidente degli Stati Uniti , originario dell’Indiana)
  • 1991 AJ Foyt e Mary Fendrich Hulman (la Foyt aveva intenzione di ritirarsi dopo la corsa del 1991, ma ritrattata); Il generale Norman Schwarzkopf fu designato il gran maresciallo della razza stessa.
  • 1992 Mickey & Minnie
  • 1993 Larry Bird (nativo dell’Indiana)
  • 1994 Mario Andretti e Bonnie Blair (Andretti si ritirerà alla fine della stagione e 1994 sarà la sua Indy 500 finale)
  • 1995 AJ Foyt , Rick Mears , Al Unser, Sr. (i tre quattro vincitori Indy 500)
  • 1996 Jim Davis e Garfield
  • 1997 Cam Cameron , Bob Davie , Joe Tiller (all’epoca capo allenatori dei tre programmi di calcio del college della Divisione IA dello stato )
  • 1998 David Wolf (nativo di Indianapolis)
  • 1999 Medal of Honor Destinatari
  • 2000 Jim Nabors
  • 2001 Cinque agenzie di pubblica sicurezza di Indianapolis
  • 2002 Jim Caviezel
  • 2003 Wynonna Judd
  • 2004 Jane Pauley (nativo di Indianapolis)
  • 2005 Reggie Miller (ritiratosi dopo 18 anni di carriera nell’NBA , trascorsa interamente con gli Indiana Pacers , giorni prima)
  • 2006 Lance Armstrong (questo era prima dello scandalo del doping del 2012 )
  • 2007 Peyton Manning (vincitore del Super Bowl XLI MVP con Indianapolis Colts )
  • 2008 Patricia Heaton
  • 2009 Dick Vitale
  • 2010 Butler University maschile Basketball Team
  • 2011 Anderson Cooper [17]
  • 2012 Olivia Newton-John [18]
  • 2013 Indiana Fever ( difendendo i campioni WNBA )
  • 2014 Josh Kaufman e Jim Nabors (che celebrano la performance finale di Nabors del 500 “ Back Home Again in Indiana „)
  • 2015 Membri del 1955 Crispus Attucks High School campione di basket squadra e cheerleaders [19]
  • 2016 Emma Stumpf [19]
  • 2017 Eva Mozes Kor [19]

Traccia la tradizione

Gasoline Alley

L’area garage presso l’Indianapolis Motor Speedway è conosciuta come „Gasoline Alley“. Il soprannome risale ai primi decenni della gara e, per un periodo, si riferiva specificamente a un punto particolare nella parte posteriore dove le auto avrebbero rifornito di carburante. Sebbene l’origine esatta del nome non sia chiara, può essere liberamente collegata all’omonimo fumetto . Successivamente, il soprannome fu usato per il corridoio principale dell’area garage, e alla fine fu usato colloquialmente per l’intero complesso di garage. L’uso della benzina alla Indy 500 fu gradualmente abbandonato a favore del metanolo a partire dal 1965 (e più tardi dall’etanolo nel 2006 ), ma il soprannome rimase comunque. La benzina non è stata ancora utilizzata a Indy fino a quandoNASCAR è arrivato per il Brickyard 400 nel 1994 .

La prima area di garage consisteva in una banca bifacciale di garage in direzione est-ovest. Era nella stessa posizione generale del complesso attuale. Nei primissimi anni, le entrate straniere erano ospitate in un secondo complesso di garage al di fuori della seconda curva. Nel 1929, una seconda fila di garage fu costruita a fianco della prima, creando il corridoio di Gasoline Alley, che presto diventerà familiare. I garage originali erano noti per le loro esclusive porte da fienile verdi e bianche, e a volte erano visivamente paragonati alle scuderie di cavalli , poiché il complesso sembrava vagamente un paddock per corse di cavalli .

Uno degli elementi principali del garage era il ristorante di Tom Bealle , un ristorante all’aperto e un punto di ritrovo , frequentato da automobilisti, meccanici, funzionari e fan. Bealle spesso permetteva ai conducenti di pubblicare una scheda durante il mese di maggio, consentendo loro di pagare il conto una volta ricevuto il premio in denaro alla fine del mese.

Un incendio spazzò l’area del garage nella mattinata della gara del 1941 e incenerì una parte significativa della sponda sud dei garage. Furono sostituiti e alla fine il complesso si espanse in 88 bancarelle. Man mano che lo sport cresceva, e le auto e le squadre diventavano più grandi e più sofisticate, lo spazio di lavoro era sempre più limitato nei garage. I servizi erano semplici, i corridoi erano molto congestionati e, negli anni ’80, le auto e le squadre avevano superato la struttura di invecchiamento.

The Snake Pit

L‘ infield della pista nelle vicinanze della prima curva era conosciuta come „Snake Pit“. Conosciuta per la sua reputazione di rowdiness, consumo di alcool pesante , motociclisti , striature , lampeggianti e un’atmosfera complessiva di Woodstock / Mardi Gras , la Snake Pit era un luogo popolare per i fan dell’età universitaria che trascorrevano il tempo in pista, molti dei quali che aveva poco o nessun interesse per le attività di corsa reali. Come l‘ infield del Kentucky Derby , la Snake Pit era spesso considerata un rito di primavera, e una scusa per festeggiare con l’abbandono. Arresti per intossicazione pubblica , condotta disordinata ,combattimenti e possesso di droga erano frequenti e comuni.

Nei periodi di pioggia, l’area di solito è stata sopraffatta dal fango e si osservava comunemente il wrestling di fango . Sono stati anche segnalati falò e auto bruciate.

Nel 1980, un incidente mortale si verificò nell’area dopo che una Jeep si rovesciò. [20] In quel periodo, la direzione della pista decise di prendere provvedimenti per ridurre la baldoria . Per la gara del 1981, gli spalti furono eretti nel primo turno di gioco. Inoltre, i miglioramenti di capitale che comprendevano il nuovo Gasoline Alley, un luogo in cui i concorrenti potevano parcheggiare i camper, nuovi edifici di supporto, nuovi edifici sanitari e altre modifiche al sito, ridimensionarono gradualmente e deliberatamente le dimensioni dell’area. Di conseguenza, per la maggior parte degli anni ’80, i patroni migrarono verso l’infield della quarta curva, e il meno intenso Snake Pit IIè emerso. Negli anni ’90, l’intensità della folla era diminuita notevolmente, in gran parte dovuta alla gestione di terza generazione allo Speedway ( Tony George ) e rinforzato le forze dell’ordine. Entro la fine del 20 ° secolo, è quasi scomparso completamente.

Il quarto turno della torre fu raso al suolo nel 1999 per fare spazio al corso su strada. La scena della festa di gara è migrata di nuovo, questa volta nella sua posizione attuale, il terzo turno. Alla fine la Snake Pit divenne più una zona festosa per le feste . In seguito, la svolta originale di una località è stata anche rasa al suolo per fare spazio a modifiche del percorso stradale, una sezione a volte indicata come la sezione „Snake Pit“. Nel 2010, il terzo capannone è stato ufficialmente nominato Snake Pit (nuovo) e ha iniziato a essere accettato e ufficialmente commercializzato dalla direzione. Il giorno della gara, viene allestito un palcoscenico per concerti e artisti di musica popolare e DJesibirsi per intrattenere la folla infield in un ambiente controllato e festoso. Verso la metà degli anni 2010, la baldoria nella Snake Pit si è in qualche modo ri-intensificata, tuttavia, non ai livelli osservati negli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80.

Concerti di Snake Pit (giorno della gara)

  • 2012: DJ Lockstar, Krewella , Benny Benassi
  • 2013: Afrojack , Diplo , Topher Jones
  • 2014: Hardwell , NERVO , Dillon Francis
  • 2015: Sinclair Wheeler, Caked Up, A-Trak , Steve Aoki , Kaskade , biscotti al latte „N“
  • 2016: Skrillex , Martin Garrix , Zeds Dead , DJ Mustard
  • 2017: Zedd , Marshmello , RL Grime , Action Bronson , Adventure Club , The Trap House, con l’ospite Ric Flair

Lotto di Coca Cola

Simile al soprannominato „Snake Pit“, il Lotto di Coca-Cola che si trova fuori dalla pista, è la località di campeggio più degna di nota e popolare sul terreno dello Speedway. Lotto 1C, designato ufficialmente, è stato soprannominato “ Lotto della coca cola “ per decenni a causa della presenza di un impianto di imbottigliamento della Coca-Cola situato in una proprietà adiacente.

Il lotto è un campo aperto situato appena a nord-ovest della pista, al di fuori della curva 4 dell’ovale, al largo di Georgetown Road. Conosciuta per l’intensa baldoria e le feste notturne (in particolare la sera prima della gara), la Coca Cola è un’area festosa e festaiola per camper e camper , così come tende camper . Il lotto in genere apre pochi giorni prima della gara e consente ai fan di rimanere per tutto il weekend di gara.

Mentre il Lotto della Coca-Cola è la zona di campeggio più famosa, molti altri campeggi si trovano anche nelle vicinanze dello Speedway, alcuni concentrati su ambienti adatti alle famiglie, mentre altri sono considerati un lotto premium per gli RV’er di fascia alta.

Negli anni passati, un’altra area da campeggio chiamata „North 40“ (denominata per le sue dimensioni di circa 40 acri ) era un’altra scena di intensa baldoria notturna. Negli anni ’70, la sua baldoria superò quella del Lotto della Coca-Cola. Situato direttamente a nord della pista al di fuori della 30th Street, nelle immediate vicinanze del campo da golf dello Speedway, e sostenuto da un quartiere di case, non è più utilizzato per il campeggio. Attualmente è utilizzato solo per il parcheggio diurno e il parcheggio dei dipendenti. Durante il suo picco, la sicurezza ha dovuto iniziare a utilizzare proiettori giganti per impedire ai campeggiatori del Nord 40 di vagare illegalmente nella proprietà del campo da golf fino a tarda notte.

Cibo

Un cibo tradizionale di scelta presso l‘ Indianapolis Motor Speedway è il sandwich di filetto di maiale . [21] [22] Il panino è una ben nota creazione del Midwest e viene venduto alle concessioni di pista.

La birra (in gran parte domestica ) viene consumata in quantità considerevole in pista. A differenza della maggior parte degli stadi e degli stadi sportivi, ad Indianapolis (e nella maggior parte degli speedway), gli spettatori possono portare le proprie bevande alcoliche in pista per il consumo. La birra è anche venduta in concessioni. Le bottiglie di vetro, tuttavia, sono severamente vietate in pista. Il vetro rotto è considerato un rischio estremo per le auto da corsa (pneumatici tagliati) sulla pista.

Le arachidi sono considerate sfortuna. Una superstizione ambigua e di lunga data contro il consumo di noccioline in pista ha dominato Indianapolis risalendo almeno agli anni ’40. La leggenda dice, anche se non confermata, che è stata trovata un’auto schiantata con gusci di noccioline nella cabina di pilotaggio. A partire dal 2009, tuttavia, le arachidi sono vendute a concessioni lungo i binari, e il mito ha perso molto del suo seguito.

Dalla metà degli anni ’60 fino alla sua morte, avvenuta nel 1975, Mary Catherine „Mom“ Unser (madre di Jerry , Bobby e Al ) era un appuntamento fisso in gara. È diventata famosa per il suo peperoncino piccante . [23] Ogni anno, lei avrebbe trattato i partecipanti per un cuoco nel garage.

Diversi ristoranti locali, sia attuali che precedenti, sono stati popolari luoghi di ritrovo per partecipanti e fan durante il mese di maggio. Gli stabilimenti includono St. Elmo Steak House , Charlie Brown’s Pancake e Steak House, Mug-n-Bun Drive-in Restaurant e Long’s Bakery. La suddetta cena di Tom Bealle è stata un appuntamento fisso per molti anni nella zona del garage. La riqualificazione di Main Street in Speedway ha creato una zona di stabilimenti e locali notturni famosi, tra cui il 1911 Grill di Sarah Fisher e Foyt Wine Vault di AJ Foyt . Un castello bianco si trovava dall’altra parte della strada rispetto alla pista, così come un Steak ’n Shakema entrambi sono stati demoliti. Dagli anni ’30 agli anni ’60, il Mate’s White Front Tavern è stato uno dei ritrovi più popolari per i conducenti e gli equipaggi. Situato a pochi isolati a est della Speedway, è stato venduto alla nuova gestione nei primi anni ’60, ed è rimasto aperto fino alla metà degli anni ’80. [24] [25]

Curse of the Smiths

Tra gli oltre 766 piloti che hanno partecipato alla Indy 500, nessuno ha avuto il cognome Smith , il cognome più comune negli Stati Uniti. Diversi Smith hanno tentato di fare la gara, l’ultimo è stato Mark Smith che non è riuscito a qualificarsi nel 1993 e nel 1994, [26] nonostante abbia concluso 5 ° al Michigan Superspeedway in una gara CART del 1994. Al contrario ci sono stati otto diversi piloti con il cognome Jones e quattro con il cognome Johnson .

Solo due piloti con il cognome Smith hanno mai gareggiato in gare professionistiche presso l’Indianapolis Motor Speedway, anche se in diversi eventi. Regan Smith ha guidato il Brickyard 400 dal 2008 al 2013 (con un miglior piazzamento del 3 ° nel 2011). Ha anche partecipato al Lilly Diabetes 250 . Il motociclista Bradley Smith ha gareggiato nel GP Red Bull Indianapolis , con il miglior risultato del secondo nel 2009 .

Ha partecipato una traduzione in lingua tedesca di Smith, con Sam Schmidt che ha fatto tre partenze.

Cerimonie pre-gara

  • Alle 6 del mattino, e in alcuni anni già alle 5 del mattino, una bomba aerea viene attivata per segnalare l’apertura delle porte.
  • Alle 8 del mattino, la „Parata di bande“ marcia intorno al circuito di gara. Numerose bande musicali provenienti da scuole e università vicine e limitrofe intrattengono i primi fan in arrivo. Questa tradizione risale al 1922 e ha celebrato il suo 90 ° anniversario nel 2015. [27] La maggior parte delle bande presenti partecipa anche alla 500 Festival Parade downtown il giorno prima. I partecipanti tradizionali includono la Purdue All-American Marching Band (insieme al più grande tamburo del mondo che viene guidato intorno alla pista) e la Speedway High School .
  • L‘ All-American Marching Band della Purdue University suona diverse canzoni pre-gara, tra cui “ On the Banks of the Wabash “ e “ Stars and Stripes Forever „.
  • Nel 1991, e nella maggior parte degli anni dal 2002, si è tenuto uno speciale giro di apprezzamento militare. Il personale militare che è recentemente tornato dal servizio attivo all’estero è onorato in una parata intorno alla pista. Nel 1991, un centinaio di soldati che erano tornati dall’operazione Desert Storm marciarono attorno al campo durante la gara mattutina. Negli anni 2000, le truppe (in particolare dall’Iraq e dall’Afghanistan ) sono state fatte sfilare in camion e salutate dai fan.
  • Circa un’ora o due prima della gara, c’è una parata intorno alla pista (tipicamente nelle autovetture convertibili) della 500 Festival Queen e la sua corte delle 500 Principesse del Festival. Allo stesso modo, viene condotta una parata simile di ex vincitori di gare, celebrità presenti e altri VIP.
  • In molti anni, viene effettuato un giro cerimoniale di auto da corsa d’epoca e / o auto d’epoca. In alcuni casi, i driver originali (o parenti sopravvissuti) sono al volante.
  • A partire dal 2016 è stata introdotta una nuova tradizione, la „marcia verso i mattoni“. Il Trofeo Borg-Warner è sfilato attraverso l’infield fino alla partenza / arrivo.
  • Infine, le presentazioni dei conducenti hanno luogo. Di solito sono in ordine di partenza inverso con la prima fila introdotta per ultima. Questo è seguito dai guidatori che vengono fatti sfilare per la pista in modo simile al Festival Queen, alla sua corte e ad altri VIP.

Le cerimonie pre-gara di solito vanno nel seguente ordine:

  • Invocazione
  • “ Rubinetti „
  • “ America the Beautiful “ e “ God Bless America „
  • “ The Star-Spangled Banner „
  • “ Back Home Again in Indiana “ accompagnato da un rilascio di palloncini
  • Comando di partenza

Grand Marshal

In alcuni anni, un Gran Maresciallo è stato nominato per la gara. I doveri del gran maresciallo possono includere salutare i conducenti e i dignitari durante le cerimonie pre-gara, consegnare il messaggio „i conducenti alla tua auto“ e guidare nella macchina del ritmo. Questa persona può o non può essere lo stesso gran maresciallo della 500 Festival Parade. A differenza di altre razze, il gran maresciallo non darà il comando di partenza che viene detto solo dai membri della famiglia Hulman-George.

  • 1991 – Norman Schwarzkopf
  • 2015 – Nastia Liukin
  • 2016 – Florence Henderson (la sua apparizione finale)

Inno nazionale

Il banner Star-Spangled è stato eseguito prima dell’inizio di Indy 500 nella maggior parte degli anni. Fino agli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80, la canzone era suonata dalla Purdue All-American Marching Band senza un cantante. Tuttavia, in alcune rare occasioni, è stato usato un vocalist. Nel 1976, Tom Sullivan e Up with People furono invitati a cantare, come gesto per ilBicentenario degli Stati Uniti .

Verso la metà degli anni ’80, lo Speedway ha iniziato a invitare artisti di rilievo a eseguire l’inno nazionale. In quasi tutti i casi, sarebbero stati sostenuti dalla Purdue Band . Nel 1983, James A. Hubert ha rifilato il testo. [28] Ha omesso la frase „O i bastioni che abbiamo guardato, erano così galanti in streaming?“ e invece ha ripetuto la seconda frase “ Cosa così orgogliosamente abbiamo salutato all’ultimo crepuscolo del crepuscolo“ , inciampando sulla parola „crepuscolo“ la seconda volta.

Dopo l’esecuzione dell’inno nazionale, l’annunciatore pubblico dà il comando „Piloti, alle tue macchine!“

Nel 2001, Steven Tyler di Aerosmith ha causato una polemica [29] dopo aver cambiato il testo della canzone. I performer recenti includono:

  • 1965 – Banda Purdue
  • 1966 – Purdue Band
  • 1967 – Purdue Band
  • 1968 – Purdue Band
  • 1969 – Purdue Band
  • 1970 – Al Hirt (assolo di tromba)
  • 1971 – Purdue Band
  • 1972 – Purdue Band
  • 1973 – Purdue Band
  • 1974 – Purdue Band
  • 1975 – Purdue Band
  • 1976 – Tom Sullivan e Up with People
  • 1977 – Purdue Band
  • 1978 – Purdue Band
  • 1979 – Purdue Band
  • 1980 – Purdue Band
  • 1981 – Purdue Band
  • 1982 – Louis Sudler
  • 1983 – James A. Hubert
  • 1984
  • 1985 – Robert McFarlin
  • 1986 – David Hasselhoff
  • 1987 – Sandi Patty
  • 1988 – Sandi Patty
  • 1989 – Tom Hudnut (fratello del sindaco di Indianapolis Bill Hudnut )
  • 1990 – Sandi Patty
  • 1991 – Sandi Patty
  • 1992 – Sandi Patty e Voices of Liberty
  • 1993 – Florence Henderson
  • 1994 – Florence Henderson
  • 1995 – Florence Henderson
  • 1996 – Florence Henderson
  • 1997 – Florence Henderson
  • 1998 – Elizabeth Burch
  • 1999 – CeCe Winans
  • 2000 – Jessica Andrews
  • 2001 – Steven Tyler
  • 2002 – Josephine Holmon (Cadetto di West Point )
  • 2003 – Daniel Rodríguez
  • 2004 – Jessica Simpson
  • 2005 – Membri delle forze armate statunitensi
  • 2006 – Membri delle forze armate statunitensi
  • 2007 – Membri delle forze armate statunitensi
  • 2008 – Julianne Hough
  • 2009 – Major Lisa Kopczynski ( Indiana National Guard )
  • 2010 – Gioiello
  • 2011 – Seal e Kelly Clarkson , accompagnati da David Foster al piano.
  • 2012 – Martina McBride
  • 2013 – Sandi Patty
  • 2014 – LeAnn Rimes
  • 2015 – Jordin Sparks [30]
  • 2016 – Darius Rucker
  • 2017 – Bebe Rexha [31]

Altre canzoni

Nella maggior parte degli anni, dal 1991, sono state eseguite le canzoni “ America the Beautiful “ e / o “ God Bless America „. Florence Henderson , nativa di Hoosier, era un’amica della famiglia Hulman-George proprietaria dello Speedway. Henderson ha eseguito una delle due canzoni numerose volte, terminando gli anni in cui ha suonato l’inno nazionale. Le sue esibizioni di solito non erano trasmesse per televisione.

La performance di „America the Beautiful“ è stata presentata per il 75 ° anniversario della corsa nel 1991, in parte a causa dell’operazione Desert Storm . Henderson passò all’inno nazionale per il 1993-1997, poi riprese „America the Beautiful“ nel 1999. Nel 2003, la sua esibizione passò a “ God Bless America „, che divenne più popolare nell’era post-9/11. Ha continuato fino al 2015, poi ha servito come gran maresciallo per la sua ultima gara nel 2016. Henderson è morto sei mesi dopo la gara del 2016. Henderson cantava di routine l’intera canzone, incluso il prologo, e in alcuni anni cantava il coro una seconda volta.

Entro il 2009, „America the Beautiful“ è stata nuovamente aggiunta alle cerimonie, con un artista diverso ogni anno. Nel 1999, Lee Greenwood ha fatto una performance speciale di “ God Bless the USA „, e nel 2003, Darryl Worley ha eseguito “ Have You Forgotten? „.

„America the Beautiful“

  • 1991 – Florence Henderson
  • 1992 – Florence Henderson
  • 1993-1998 – nessuno
  • 1999 – Florence Henderson
  • 2000 – Florence Henderson
  • 2001 – Florence Henderson
  • 2002 – Florence Henderson
  • 2003-2008 – nessuno
  • 2009 – Miss America 2009 Katie Stam
  • 2010 – Major Lisa Kopczynski ( Indiana National Guard )
  • 2011 – Miss America 2011 Teresa Scanlan
  • 2012 – Specialista Ron Walker
  • 2013 – Lindsey Kraner [2]
  • 2014 – Martina McBride
  • 2015 – Danielle Bradbery
  • 2016 – nessuno
  • 2017 – 101st Airborne Division (Air Assault) Band; il vocalist Rick Walburn

„God Bless America“

  • 2003 – Florence Henderson
  • 2004 – Florence Henderson
  • 2005 – Florence Henderson
  • 2006 – Florence Henderson
  • 2007 – Florence Henderson
  • 2008 – Florence Henderson
  • 2009 – Florence Henderson
  • 2010 – Florence Henderson
  • 2011 – Florence Henderson
  • 2012 – Florence Henderson
  • 2013 – Jon McLaughlin
  • 2014 – Florence Henderson
  • 2015 – Florence Henderson
  • 2016 – Coro dei bambini di Indianapolis
  • 2017 – Angela Brown

Invocazione

A partire dal 1974, la Indy 500 è stata spostata nel weekend della domenica del Memorial Day. Come gesto, lo Speedway ha aggiunto un’invocazione alle cerimonie pre-gara. Nella maggior parte degli anni, dal 1980, lo Speedway ha invitato un rappresentante dell’Arcidiocesi cattolica di Indianapolis . In anni selezionati, altri sono stati invitati tra cui il clero di fama nazionale Oral Roberts [32] e Billy Graham . [33]

Il Reverendissimo Arcivescovo Edward T. O’Meara ha partecipato più volte alla sua morte all’inizio del 1992. L’arcivescovo Daniel M. Buechlein ha assunto il ruolo di clero tradizionale nel 1993. Buechlein ha terminato abitualmente la sua invocazione con la parola “ Godspeed “ nelle lingue di tutti dei conducenti partecipanti. Nel 2011, Buechlein si ammalò e si dimise dall’arcidiocesi. Dal 2011, l’arcivescovo Joe Tobin , o il vescovo ausiliare Christopher J. Coyne , ha regolarmente consegnato l’invocazione.

  • 1974: Rev. Ray Montgomery
  • 1975: Rev. Ray Montgomery
  • 1976: Rev. Ray Montgomery
  • 1977: Oral Roberts
  • 1978: Rev. James Bonke [34]
  • 1979: Rev. James Bonke
  • 1980: l‘ arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1981: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1982: Rev. James Bonke
  • 1983: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1984: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1985: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1986: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1987: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1988: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1989: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1990: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1991: l’arcivescovo Edward T. O’Meara
  • 1992: Padre Michael Welch
  • 1993: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 1994: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 1995: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 1996: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 1997: Vicario generale Joseph F. Schaedel
  • 1998: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 1999: Billy Graham
  • 2000: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2001: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2002: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2003: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2004: Monsignor Joseph F. Schaedel
  • 2005: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2006: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2007: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2008: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2009: l’arcivescovo Daniel M. Buechlein
  • 2010: Monsignor Joseph F. Schaedel
  • 2011: vescovo ausiliare Christopher J. Coyne
  • 2012: vescovo ausiliare Christopher J. Coyne
  • 2013: l’arcivescovo Joseph William Tobin
  • 2014: vescovo ausiliare Christopher J. Coyne
  • 2015: l’arcivescovo Joseph William Tobin
  • 2016: l’arcivescovo Joseph William Tobin
  • 2017: padre Michael Welch

Rubinetti

In ricordo del Memorial Day , viene suonato “ Taps “ e un aereo militare statunitense effettua un sorvolo . In alcuni anni, partecipano più aerei, eseguendo la formazione dell’uomo scomparso . Tradizionalmente, un membro della squadra che annunciava l’indirizzo pubblico recitava un preambolo in onore di coloro che sono morti in combattimento e di coloro che sono morti nelle corse automobilistiche . Il preambolo risaliva almeno al 1965. Jim Philippe recitò il preambolo fino alla sua morte nel 2003. Dave Calabro lo disse nel 2006, e Jerry Baker lo riprese nel 2012. Dal 2000, un funzionario militare o governativo notevole ha anche offerto un tributo o osservazioni.

Il preambolo tradizionale è il seguente:

„In questo fine settimana del Memorial Day, ci fermiamo in un momento di silenzio, per rendere omaggio a quegli individui che hanno dato le loro vite – disinteressatamente e senza paura – in modo che possiamo testimoniare come uomini e donne liberi, il più grande evento sportivo del mondo Inoltre rendiamo omaggio a quegli individui, che hanno dato la vita – disinteressatamente e senza paura – a fare delle corse, lo sport più spettacolare del mondo. „

Negli anni ’60 e ’70, „Taps“ veniva tipicamente rappresentato da una Guardia di colore delle forze armate statunitensi. Quindi, dal 1980 al 2005, di solito veniva suonato dalla Purdue Band. Dal 2006, è stato un assolo di tromba. Nel 2016, il trombettista si è spostato dal podio della vittoria lungo la pista al cavalletto di partenza sul tracciato principale.

Rendering di „rubinetti“

  • 1960: Guardia di colore unita delle forze armate statunitensi
  • 1964-1978: Guardia di colore unita delle forze armate statunitensi
  • 1980: Purdue Brass Quartet
  • 1983-1984: Purdue Band
  • 1985: Guardia di colore unita delle forze armate statunitensi
  • 1986: Ron Blomberg e Robert A. Nixon (74a banda dell’esercito di Fort Benjamin Harrison )
  • 1987-1996: Purdue Band
  • 1997: Larry Wiseman (in sostituzione di Purdue Band a causa del ritardo della pioggia)
  • 1998-2005: Purdue Band
  • 2006-2008: sergente Byron Bartosh ( Indiana National Guard )
  • 2009-2010: Sgt. Joseph Young ( Indiana National Guard )
  • 2011-2017: SSG Ron Duncan ( 38a banda della Guardia Nazionale dell’Esercito di Divisione di Fanteria ) [35]

Osservazioni

  • 2000 – Il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti William Cohen
  • 2001 – Generale James L. Jones
  • 2003 – Il generale Jack Keane
  • 2004 – Generale William J. Begert
  • 2005 – Generale Colin Powell (ex Segretario di Stato degli Stati Uniti )
  • 2006 – Generale Colin Powell (ex Segretario di Stato degli Stati Uniti )
  • 2007 – Generale Norman Schwarzkopf, Jr.
  • 2008 – Generale Victor E. Renuart Jr.
  • 2009 – Generale Craig R. McKinley seguito da un saluto a 3-volley
  • 2010 – Contrammiraglio John W. Miller seguito da un saluto a 3-volley
  • 2011 – Generale Peter W. Chiarelli seguito da un saluto di 3-volley
  • 2012 – Admiral James A. Winnefeld, Jr. seguito da un saluto a 3-volley
  • 2013 – Il colonnello Jack H. Jacobs seguito da un saluto a 3-volley
  • 2014 – Generale Frank J. Grass seguito da un saluto di 3-volley
  • 2015 – Generale Dennis L. Via seguito da un saluto a 3-volley
  • 2016 – Il tenente generale Joseph Anderson ha seguito un saluto di 3-volley e un omaggio a Pearl Harbor Survivors
  • 2017 – Generale Robert B. Abrams seguito da un saluto a 3-volley

di sosta volare

  • 1991 – Quattro A-10
  • 1992 – I “ Black Aces „
  • 1994 – Quattro P-51 Mustang , guidati da Chuck Yeager
  • 1995 – B-17 Flying Fortress , guidato da Chuck Yeager
  • 1996 – Quattro calabroni F / A-18 ( Marine Aircraft Group 31 )
  • 1997 – Stealth Bomber
  • 1999 – Stealth Bomber e quattro F-14 Tomcats
  • 2000 – Due Harrier IIs AV-8B
  • 2001 – Quattro F-16 , „The Racers“ ( 181 ° Fighter Wing , Indiana Air National Guard )
  • 2002 – Stealth Bomber „Spirit of Washington“ ( 509th Bomb Wing , Whiteman Air Force Base )
  • 2003 – Stealth Bomber „Spirit of Indiana“ ( 509th Bomb Wing , Whiteman Air Force Base )
  • 2004 – Quattro F-16 , „The Black Snakes“ ( 122d Fighter Wing , Air National Guard )
  • 2005 – Stealth Bomber
  • 2006 – Aerei storici e quattro F-16
  • 2007 – Quattro F-22 Raptors ( Langley AFB )
  • 2008 – Due Vipers F-16 e due calabroni F / A-18 ( Naval Strike e Air Warfare Center )
  • 2009 – Bombardieri Mitchell della seconda guerra mondiale II B-25
  • 2010 – Quattro calabroni F / A-18 ( Naval Strike e Air Warfare Center )
  • 2011
    • Pre-gara – Stealth Bomber „Spirit of Nebraska“ ( 509th Bomb Wing , Whiteman Air Force Base )
    • Post-gara – Quattro Super Hornet F / A-18E
  • 2012 – A-10 Thunderbolt „Warthog“, F-16 Fighting Falcon , due Mustang P-51 .
  • 2013 – One World War II B-25 Mitchell „Axis Nightmare“ ( Tri-State Warbird Museum ) e cinque aerei addestratori texani del Nord America T-6 [36]
  • 2014 – Black Diamond Jet Team
  • 2015 – Due A-10
  • 2016 – Douglas SBD-5 Dauntless e P-51 Mustang ; entrambi gli aerei provengono dalla Commemorative Air Force . Inoltre, due Super Hornet F / A-18E di VFA-81 e due Growlers EA-18G di VAQ-139 .
  • 2017 – B-52 Bomber ( 69th Bomb Squadron )

„Back Home Again in Indiana“

La performance più tradizionale è il canto di “ Back Home Again in Indiana „. Jim Nabors , accompagnato dalla Purdue Marching Band, eseguì in particolare la canzone in molti anni dal 1972 al 2014. Durante la canzone, migliaia di palloncini multicolori vengono rilasciati da una tenda infield. Questa tradizione ha accompagnato la gara dal 1946. I piloti rimangono nelle loro auto durante l’intera canzone. La canzone è stata a lungo l’ultimo evento nell’ordine del giorno, precedendo immediatamente il comando di avviare i motori.

La canzone, che è stata pubblicata per la prima volta nel 1917, è stata segnalata per la prima volta in gara nel 1919. Un gruppo musicale di ottoni ha suonato la canzone quando l’indiano Howdy Wilcox stava finendo gli ultimi giri alla vittoria. [37]

Nel 1997, la gara è piovuta domenica e la partenza è stata riprogrammata per lunedì. Nabors (così come la band di Purdue), aveva lasciato il terreno entro lunedì mattina. Invece di trovare un sostituto dell’ultimo minuto, Nabors suggerì che lo Speedway utilizzava una registrazione di una delle sue precedenti esibizioni. The Speedway ha riprodotto la sua interpretazione del 1993 ed è stata ben accolta dai fan. Due giorni prima della gara del 2007, Nabors ha cancellato la sua presenza a causa di una malattia. Al mattino della gara, Nabors ha registrato un video speciale di saluto ai fan della sua casa alle Hawaii, che è stata trasmessa in streaming su Internet. I fan sono stati invitati a cantare insieme alla band di Purdue, [4] e un messaggio di „guarisci presto“ è stato mostrato per Nabors. Nel 2008, Nabors ha ottenuto un ritorno ben accolto e ha ricevuto una standing ovation alla riunione pubblica del driver.

Nabors ha di nuovo perso la gara nel 2012 a causa di una malattia. Questa volta, lo Speedway ha inviato una troupe televisiva nella sua casa di Maui, e ha registrato una performance che è stata riprodotta sulle schede video durante la gara mattina. Nel marzo 2014, Nabors ha annunciato che la gara del 2014 sarebbe stata la sua ultima esibizione. [38] The Speedway ha annunciato il 22 dicembre 2014 che Straight No Chaser , iniziato da ex studenti dell’Università dell’Indiana, avrebbe eseguito il brano per la gara del 2015.

  • 1946 – James Melton
  • 1947 – James Melton
  • 1948 – James Melton
  • 1949 – Frank Parish
  • 1950 – James Melton
  • 1951 – Frank Parish
  • 1952 – Morton Downey, Sr.
  • 1953 – Morton Downey, Sr.
  • 1954 – James Melton
  • 1955 – Dinah Shore
  • 1956 – Brian Sullivan
  • 1957 – Jerome Hines e Purdue Band
  • 1958 – Brian Sullivan
  • 1959 – Glee Club della Purdue University
  • 1960 – Dennis Morgan
  • 1961 – Mel Tormé
  • 1962 – C. David Cochard ( Purdue Varsity Glee Club )
  • 1963 – Brian Sullivan
  • 1964 – Vic Damone
  • 1965 – Johnny Desmond
  • 1966 – Ed Ames (musica e attore teatrale)
  • 1967 – Russell J. Wunderlich ( Purdue Varsity Glee Club )
  • 1968 – Richard O. Plothow ( Purdue Varsity Glee Club )
  • 1969 – Mack H. Shultz ( Purdue Varsity Glee Club )
  • 1970 – Saverio Saridis
  • 1971 – Peter DePaolo
  • 1972 – Jim Nabors
  • 1973 – Jim Nabors
  • 1974 – Jim Nabors
  • 1975 – Jim Nabors
  • 1976 – Jim Nabors
  • 1977 – Jim Nabors
  • 1978 – Jim Nabors
  • 1979 – Peter Marshall
  • 1980 – Dr. Richard Smith ( Purdue Varsity Glee Club )
  • 1981 – Phil Harris
  • 1982 – Louis Sudler ( Chicago Civic Opera )
  • 1983 – Jim Nabors
  • 1984 – Jim Nabors
  • 1985 – Voices of Liberty di Walt Disney World , diretto da Mickey Mouse
  • 1986 – John S. Davies ( Artist in residence , Indianapolis Opera ) e la 74a banda dell’esercito di Fort Benjamin Harrison
  • 1987 – Jim Nabors
  • 1988 – Jim Nabors
  • 1989 – Jim Nabors
  • 1990 – Jim Nabors
  • 1991 – Jim Nabors
  • 1992 – Jim Nabors
  • 1993 – Jim Nabors
  • 1994 – Jim Nabors
  • 1995 – Jim Nabors
  • 1996 – Jim Nabors
  • 1997 – Jim Nabors (tramite registrazione)
  • 1998 – Jim Nabors
  • 1999 – Jim Nabors
  • 2000 – Jim Nabors
  • 2001 – Jim Nabors
  • 2002 – Jim Nabors
  • 2003 – Jim Nabors
  • 2004 – Jim Nabors
  • 2005 – Jim Nabors
  • 2006 – Jim Nabors
  • 2007 – 300.000 fan della razza e Purdue Band
  • 2008 – Jim Nabors
  • 2009 – Jim Nabors
  • 2010 – Jim Nabors
  • 2011 – Jim Nabors
  • 2012 – Jim Nabors (tramite videotape dalle Hawaii)
  • 2013 – Jim Nabors
  • 2014 – Jim Nabors (la sua performance finale)
  • 2015 – Straight No Chaser
  • 2016 – Josh Kaufman [39] e Indianapolis Children’s Choir
  • 2017 – Jim Cornelison [40]

Comando di avvio

La richiesta di avviare i motori è stata tradizionalmente fatta affermando „Gentlemen, avvia i tuoi motori!“ Quando le concorrenti donne sono in competizione, la chiamata è stata modificata in „Lady and Gentlemen …“ o „Ladies and Gentlemen …“ Nel 2017, il comando è stato recitato come „Driver, avvia i tuoi motori“.

L’origine esatta della frase non è chiara, e ci sono stati diversi resoconti in conflitto su chi è stato il primo a recitarlo, e quale ne era esattamente la formulazione. [41] Prima della seconda guerra mondiale, era normale che una bomba aerea segnalasse l’inizio dei motori. [41] Seth Kline è stato il protagonista ufficiale della „500“ dal 1925-1926 e dal 1934 al 1953. Si pensa che Kline abbia creato un informale „Signori, avvia i tuoi motori!“ comando già nel 1948 per accompagnare la bomba. [41] Il primo caso documentato risale al 1950 e fu recitato dal prolifico annunciatore di voci pubbliche John Francis „Irish“ Horan. [41] [42] Kline fu nuovamente riportato come nel 1951, [43](sebbene alcuni riportassero che era Horan[42] ) O Kline [41] o Horan lo ripeté nel 1952. [42] Fu in quel periodo che il comando fu cambiato da „… motori !“ a „… motori !“ Sia i partecipanti che i funzionari hanno preferito il termine più tecnico “ motori “ per descrivere le loro macchine. Sid Collins ha dichiarato che il capo delegazione Harlan Fengler gli ha spiegato „non ci sono motori in gara, solo motori“. [43]

Il comando di partenza è tradizionalmente detto dal presidente della Indianapolis Motor Speedway .

Wilbur Shaw , presidente della Speedway dal 1946 al 1954, una volta era ritenuto la persona che ha coniato la frase, ed è stato erroneamente affermato nella sua autobiografia di averlo recitato in tutti gli anni del secondo dopoguerra fino alla sua morte. [44] Lo storico Speedway Donald Davidson , tuttavia, crede che Shaw lo recitò solo due volte, nel 1953 e nel 1954.

Dopo la morte di Shaw, Tony Hulman iniziò a recitare il comando, rendendolo popolare e famoso. Hulman, normalmente di lingua dolce e schiva, aveva una versione orgogliosa e rumorosa del comando ogni anno. Hulman avrebbe provato la linea, perfezionandola per lo spettacolo , ed era persino nota per lavorare con l’emittente radiofonica Luke Walton per creare delle carte cue per sapere quando mettere in risalto determinate parole e sillabe. Dopo la morte di Hulman nel 1977, la sua vedova Mary F. Hulman o sua figlia, Mari Hulman George, ha fatto l’onore.

Nel 1977, Janet Guthrie divenne la prima autista femminile a qualificarsi per la Indy 500. La polemica circondò il comando, perché la direzione di Speedway non voleva alterare la frase tradizionale. [45] Durante la settimana prima della gara, la direzione annunciò che non avrebbero cambiato il testo del comando. Cercando una scusa, hanno insistito sul fatto che le auto fossero effettivamente iniziate da membri dell’equipaggio maschi con un dispositivo elettrico di avviamento a mano da dietro la macchina. Guthrie e il suo equipaggio erano piuttosto scontenti per la testardaggine della direzione di Speedway, considerando il suo risultato senza precedenti. L’equipaggio ha reagito assegnando Kay Bignotti [45](moglie di George Bignotti) come membro dell’equipaggio per azionare l’antipasto inerziale dietro l’auto di Guthrie. L’argomentazione dello Speedway andò in pezzi e decisero per uno speciale comando modificato per quell’anno. Non hanno annunciato in anticipo quale sarebbe stato il comando speciale, [45] e la frase molto attesa di Hulman era la seguente:

In compagnia della prima signora di qualificarsi a Indianapolis, signori, iniziate i vostri motori.

Nel 1978-1979, quando Guthrie si qualificò nuovamente per la gara, fu semplicemente modificato in „Lady and …“ Nel 1992, Lyn St. James divenne la seconda donna a qualificarsi per la gara. Ha chiesto pubblicamente, anche se non contestualmente, che il comando fosse cambiato in „Driver, avvia i motori“. La richiesta è stata respinta e il comando utilizzato era la variante abituale di „Lady and …“. Tuttavia, nel 2017, Tony George ha dato il comando „Driver, avvia i motori“, nonostante Pippa Mann sia l’unica donna sul campo. Questa è la prima volta che questa variazione del comando è stata utilizzata per la gara.

Per molti anni, la posizione tradizionale per dare il comando era al ritmo della macchina nella parte anteriore della griglia di partenza. Normalmente, l’annunciatore pubblicitario Jim Philippe introdusse il comando descrivendolo come il „comando tradizionale“ o le „famose quattro parole“. La finale di Phillippe del 500 fu il 2003. Allo stesso modo, per molti anni fino al 1989, Luke Walton introdusse tradizionalmente il comando sulla trasmissione della rete radio . Dal 2004, l’attuale annunciatore pubblico Dave Calabro introduce il comando normalmente definendolo „le parole più famose negli sport motoristici“.

Nella maggior parte dei casi, Tony Hulman avrebbe dato il comando, quindi avrebbe pedalato nel ritmo della macchina durante i giri di velocità. Mary F. Hulman avrebbe dato il comando vicino alla macchina del ritmo, ma raramente ha pedalato nella macchina del ritmo a causa della sua età e del declino della salute. Alla fine, la posizione è stata spostata vicino alla linea di partenza / arrivo e nel 2001 è stata spostata sul nuovo palco del Victory Podium adiacente alla Pagoda. Solo nel 2011, però, Mari George è tornata in prima fila per dare il comando e ha guidato con AJ Foyt . Nel 2014, come gesto speciale per Jim NaborsLa performance finale di Indy, il comando di partenza fu dato all’unisono da Mari George e Nabors, la prima volta che un non appartenente alla famiglia Hulman-George aveva dato il comando per la 500 dal 1954. Nel 2016 per la centesima Indianapolis 500, Mari fu raggiunta da tre generazioni successive della famiglia Hulman-George, e sarebbe stata la sua ultima svolta a dare il comando. Nel 2017, il compito è stato assegnato a Tony George . In quell’anno, Tony George recitò per la prima volta „Driver, avvia i tuoi motori“ invece della più familiare „Signora e …“.

Comando di partenza

  • 1948-1952 – Seth Klein / John Francis „Irish“ Horan (non confermato)
  • 1953-1954 – Wilbur Shaw
  • 1955-1977 – Tony Hulman
  • 1978-1980 – Mary F. Hulman
  • 1981 – Mari George
  • 1982-1996 – Mary F. Hulman
  • 1997-2013 – Mari George
  • 2014 – Mari George e Jim Nabors
  • 2015 – Mari George
  • 2016 – Quattro generazioni della famiglia Hulman-George (tra cui Mari George e Tony George ) [46]
  • 2017 – Tony George

In occasioni in cui un incidente o pioggia ha fermato la gara, in genere è stato dato un secondo comando. Gli anni includono: 1967, 1973, 1982, 1986, 1997, 2004, 2007. Il comando modificato, „signori, riavvia i motori“, è stato solitamente utilizzato. Nel 1986, questo comando di riavvio fu dato da Tony George . Nel 1997, è stato dato da Mari Hulman George . Nel 1982 e nel 2004 il comando è stato dato dal presentatore di annunci pubblici Tom Carnegie.

Nel corso degli anni, il comando di partenza è stato adottato per avviare tutti i tipi di gare automobilistiche negli Stati Uniti, incluso ma non limitato a NASCAR . Tuttavia, in molti luoghi al di fuori di Indy, la frase „Drivers, start your engines“ sembra essere la versione preferita.

Starter onorario

Una tradizione aggiunta di recente è l’uso di un antipasto onorario. Un ospite speciale è stato invitato negli ultimi anni a sventolare la bandiera verde per iniziare la gara. A partire dal 2013, la tradizione si è espansa dove un’altra celebrità o ospiti speciali arrivano in mattinata di gara in elicottero per consegnare cerimoniosamente la bandiera verde o la bandiera a scacchi. Lo starter ufficiale (o „flagman“), tuttavia, è un ufficiale di gara addestrato, e gestisce il resto delle funzioni di flagging durante la gara. Nel 2010, a causa di due primi periodi di cautela, l’iniziatore onorario Jack Nicholson ha scelto di rimanere nel posatoio di partenza per qualche altro minuto, ed è stato in grado di abbandonare il green anche per le due successive ripartenze.

  • 1993 – Nick Fornoro (in pensione CART in pensione , ritiratosi alla fine della stagione CART del 1992)
  • 1996 – Robert James Eaton ( Presidente e CEO di Chrysler Corporation )
  • 1997 – Generale Ronald Fogleman ( Capo di stato maggiore dell’Aeronautica degli Stati Uniti )
  • 1998 – Mark Page (Sr. VP of Store Operations per Pep Boys , sponsor della serie IndyCar)
  • 1999 – Jim Postl (Presidente e CEO di Pennzoil )
  • 2000 – Howard Katz (Presidente di ABC Sports )
  • 2004 – Nick Lachey
  • 2005: Reggie Miller
  • 2006 – Sugar Ray Leonard
  • 2007 – Peyton Manning
  • 2008 – Kristi Yamaguchi
  • 2009 – Allen Sirkin ( COO di Phillips-Van Heusen , sponsor della serie IndyCar)
  • 2010 – Jack Nicholson
  • 2011 – Bruce P. Crandall [47] ( Medal of Honor recipient)
  • 2012 – Governatore dell’Indiana, Mitch Daniels
  • 2013 – Michael Peña (promozione del film Turbo )
    • Bandiera verde consegnata da Chuck Pagano e dal paziente dell’ospedale Riley Willie Avila [48]
  • 2014 – Mark Cuban
    • Bandiera verde consegnata dai pazienti di Andrew Luck e Riley Hospital MaKenzi Rooksberry e Johliel Austin [49]
  • 2015 – Patrick Dempsey
    • Bandiera verde consegnata da Paul George , Pat McAfee e dal paziente dell’ospedale Riley Tori Gwyn [50]
  • 2016 – Chris Pine
    • Bandiera verde consegnata dai lavoratori dall’UI Health University Hospital
  • 2017 – Jake Gyllenhaal e Jeff Bauman [51]
    • Bandiere verdi consegnate da Nathan Kress e lavoratori dall’UI Health University Hospital
    • Consegna di bandiere a scacchi dalla 101a Divisione aviotrasportata („Screaming Eagles“)

Ospiti famosi

Fin dai primi anni della gara, le celebrità di tutti i livelli di fama sono state invitate alla gara, alcune sono tornate per molti anni o addirittura decenni. Stelle televisive e cinematografiche , artisti della registrazione, figure sportive, politici e militari, sono tra i molti dignitari invitati. [52] Durante la pre-gara, una parata di stelle viene condotta intorno alla pista, solitamente in cabriolet. In numerosi anni, le celebrità sono state invitate a guidare l’auto del ritmoall’inizio della gara.

Clark Gable è visto in una famosa fotografia della razza del 1947 . Tra le molte celebrità che hanno partecipato o hanno frequentato più Indy 500, ricordiamo Jim Nabors , James Garner (che guidò l’auto da corsa nel 1975, 1977 e 1985), David Letterman , Tim Allen , Florence Henderson , Linda Vaughn e molti altri. Paul Newman , che ha recitato nel film Indy-related Winning , ha partecipato alla gara molte volte, e dal 1983-1995, e ancora nel 2008, è stato in gara come co-proprietario di Newman / Haas Racing . Joyce DeWitt , che è cresciuto nella città di Speedway , e si è laureato daSpeedway Senior High School , una volta ha funzionato presso la biglietteria Indianapolis Motor Speedway. [53]

Almeno tre ex presidenti degli Stati Uniti (e un futuro presidente) hanno partecipato a Indianapolis 500. Gerald Ford ha partecipato alla gara del 1979 , servendo anche come gran maresciallo della 500 Festival Parade. [54] Sia George HW Bush che Bill Clinton hanno partecipato alla gara del 2003 , la prima volta nella storia di Indy che due ex presidenti erano nella stessa gara. [55] Fu la seconda visita di Bush alla Speedway; in precedenza ha presieduto le cerimonie di apertura dei Giochi Panamericani del 1987 , che si sono svolti sulla pista. Il futuro presidente Donald Trumpha partecipato alla gara nel 2002. [56] Trump è stato selezionato per guidare l’auto del ritmo per la gara del 2011, ma ha ritirato il compito dopo aver discusso le polemiche dei fan.

Almeno due candidati alla presidenza hanno visitato lo Speedway durante le rispettive campagne elettorali, detentori del fatto che le primarie dell’Indiana si tengono di solito a maggio. Ronald Reagan visitò la pista durante il mese di maggio del 1976, mentre era in campagna per le primarie repubblicane dell’Indiana del 1976 . [57] [58] Allo stesso modo, Hillary Clinton visitò la pista mentre faceva una campagna per le primarie dell’Indiana del 2008 e incontrò l’autista Sarah Fisher .

Almeno tre ex vicepresidenti hanno partecipato alla gara. Il già citato Gerald Ford, George HW Bush e il nativo dell’Indiana Dan Quayle . Qualye ha partecipato alla gara numerose volte, tra cui tre volte come vicepresidente (1989-1991). L’attuale vicepresidente Mike Pence ha partecipato alla gara più volte, più di recente nel 2016, mentre era il governatore in carica dell’Indiana e di nuovo nel 2017 mentre era vicepresidente.

David Letterman ha lavorato come giornalista per ABC Sports durante la gara del 1971 , e ha partecipato alla gara più volte come spettatore. Dal 2002, ha partecipato alla gara come comproprietario di Rahal Letterman Racing . La squadra ha vinto la gara nel 2004 con il pilota Buddy Rice . Alla gara del 2015 , Letterman è stato premiato sul famoso traliccio durante la pre-gara; solo quattro giorni dopo essersi ritirato dal Late Show .

Durante gli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70, diversi astronauti della NASA dei programmi Mercury e Apollo erano tra gli ospiti invitati.

Race

  • Per l’intera storia della gara da 500 miglia, il vincitore ufficiale della gara è stato definito come „il pilota che completa la distanza di 500 miglia nel più breve periodo di tempo“. Ciò significa che il vincitore della gara viene dichiarato con il tempo di completamento in ore, minuti e secondi. Ai finisher dietro il vincitore è stato concesso un tempo aggiuntivo – più di un’ora in molti casi – per completare la distanza di 500 miglia. In parte, questo era dovuto al fatto che completare la distanza di 500 miglia a più di 100 km / h di velocità media faceva guadagnare a un pilota un posto nel Club Champion Spark Plug 100 mph. Nel 1964, quando la copertura televisiva in diretta divenne più comune, questo „tempo extra“ fu limitato a circa 5 minuti, e dopo il 1974, quando i detriti gettati in pista furono un problema in quell’anno, furono eliminati i tempi supplementari.tutti i concorrenti. [59]
  • Le vetture iniziano la gara in una partenza lenta, tradizionalmente in undici file di tre, per un campo di 33 auto totali. La maggior parte delle altre gare automobilistiche hanno due macchine per fila. Il campo delle 33 auto deriva da un mandato AAA del 1919 di una vettura per ogni 400 piedi (120 m) di binario. Le prime gare, tuttavia, videro un numero variabile di partenti, da un minimo di 21 ad un massimo di 42. Anche il numero di auto in ogni fila variava, con un massimo di cinque al passo. Dal 1933 ci sono state solo le seguenti eccezioni ad avere un campo di 33 piloti:
    • Nel 1941, 33 vetture inizialmente si qualificarono per il campo durante le prove a cronometro. Sam Hanks è stato ferito in un incidente di prova il giorno prima della gara e si è ritirato. Poi, la mattina della gara, la macchina di George Barringer è stata distrutta da un incendio che ha travolto l’area del garage, quindi solo 31 auto in fila per iniziare la gara.
    • Nel 1947, solo 30 macchine si qualificarono. Un boicottaggio sulla borsa ha portato al campo più piccolo.
    • Nel 1979 , dopo una disputa di regole sulle prese del turbocompressore, e dopo le polemiche sul rifiuto di alcune voci da parte dei membri della serie CART , fu aggiunto uno speciale quinto giorno di qualifiche. Tuttavia, solo due vetture hanno velocità sufficienti per essere aggiunte al campo, e 35 vetture si sono schierate per iniziare la gara. Un pesante logoramento all’inizio ha visto che una macchina non riusciva a completare un giro e 7 vetture fuori al giro 22.
    • Nel 1997 , che utilizzava un concetto di „tutto exempt tour“ simile al PGA Tour dal 1983, le prime 25 squadre in testa nella classifica dei punti di ingresso della squadra di Indy Racing League guadagnarono esenzioni sul campo, con le prime nove vetture non esenti che fecero la gara in velocità. Alcune squadre esenti hanno urtato altre auto non esenti che si erano effettivamente qualificate con velocità più elevate, ma le loro squadre non erano nella top 25 dei punti della lega. Due macchine urtate sono state ripristinate sul campo per garantire che le „33 entrate più veloci“ facessero parte del campo, per un totale di 35 partenti. Ironia della sorte nel giro veloce, tre auto si sono schiantate insieme, mentre due hanno avuto problemi meccanici, e solo 30 macchine hanno preso la bandiera verde. (Una regola simile è stata utilizzata presso il Crown Royal presenta il nome del tuo eroe qui 400dal 2005 al 2012 e la Lilly Diabetes 250 dal 2012 al 2014. Entrambe sono state gare NASCAR che hanno garantito una posizione per i primi 35 piloti nella classifica dei proprietari della Sprint Cup Series e dei primi 30 piloti della serie Xfinity .)
  • Tom Carnegie ha annunciato il 9 giugno 2006 che la gara del mese precedente sarebbe stata la sua ultima segnalazione ufficiale. Avendo chiamato la gara dal 1946 sul sistema di comunicazione pubblica , è meglio conosciuto per le sue battute, „He’s on it!“ (segnalando l’inizio di un tentativo di qualificazione), „È un nuovo track record!“ (quando un pilota supera il record di uno o quattro giri nelle qualifiche) e „Sta rallentando sul backstretch!“ o „Andretti sta rallentando!“ (Quest’ultimo per la sfortuna storica della famiglia Andretti a Indianapolis). [60] Il personaggio televisivo di Indianapolis David Calabro divenne il secondo annunciatore PA nell’era Hulman-George dopo Carnegie ‚

Post-gara

Bottiglia di latte Victory Lane

Una tradizione di lunga data di Indianapolis 500 è per il vincitore di bere una bottiglia di latte subito dopo la gara. Questa tradizione risale al 1936 dopo che il vincitore Louis Meyerchiese un bicchiere di latticello, qualcosa che sua madre lo aveva incoraggiato a bere nei giorni caldi. Meyer avrebbe anche bevuto latte dopo la sua vittoria nel 1933, come altri pochi negli anni immediatamente successivi. La giovane tradizione se ne andò rapidamente, e per un periodo dopo la seconda guerra mondiale fu sostituita da „Water From Wilbur“ – una brocca d’argento (simile a un secchiello per il ghiaccio) piena d’acqua gelida, presentata dall’allora presidente della Speedway, e tre -time ex vincitore Wilbur Shaw .

Nel 1956, il latte tornò come rituale quando le compagnie del latte divennero sponsor della borsa da corsa e consegnarono una bottiglia di latte al vincitore per promuovere il loro prodotto. [4] Una sponsorizzazione di $ 10.000 attualmente pagati dall’American Dairy Association se il vincitore sorseggia il latte nella corsia della vittoria. Nel 1993 , Emerson Fittipaldi ha bevuto succo d’arancia al posto del latte dopo la sua vittoria. L’affronto ha suscitato molto interesse dai fan. Più tardi bevve un sorso di latte, sollecitato dal proprietario della sua auto, Roger Penske. Fittipaldi possedeva aziende agrumicole in Brasile e desiderava promuovere la sua industria. Di conseguenza, è stato fischiato nelle presentazioni del conducente la settimana seguente dalla folla a Milwaukee ,Wisconsin , nel cuore di “ America’s Dairyland „. Nel 1981, anche Bobby Unser non beveva il latte nella corsia della vittoria. [61] Dopo che Unser fu provvisoriamente spogliato della sua vittoria, Mario Andretti sorseggiò da una bottiglia di latte la mattina seguente durante il tradizionale servizio fotografico.

Trofeo Borg-Warner

Articolo principale: Trofeo Borg-Warner

Una scultura in bassorilievo della faccia del vincitore, insieme al suo nome, alla velocità media e alla data della vittoria viene aggiunta al Trofeo Borg-Warner . Il trofeo è in uso dal 1936. [4] Una replica più piccola di questo trofeo è stata ufficialmente presentata al vincitore dopo la gara dal 1988 e preside della squadra dal 1997, di solito in una conferenza stampa allo Speedway oa Detroit al North American International Auto Show a BorgWarner mostra, fatta eccezione per il 2011 gara a causa di circostanze attenuanti ( il pilota vincente era morto in un incidente in una gara di INDYCAR interrotta; la vincente team principale la vedova del conducente è stata presentata con i rispettivi trofei nel gennaio successivo). In precedenza, i vincitori hanno ricevuto una replica montata su una targa di castagno.

Premi selezionati

  • Il vincitore è stato premiato con una delle vetture pace , o una replica, quasi ogni anno dal 1936. Nel 1941, c’erano solo sei copie dello speciale Chrysler Newport Phaeton, e nessun modello di produzione creato. I co-vincitori non l’hanno ricevuto. Nel 1946 un dipinto ad olio e un viaggio [62] furono sostituiti come premio, ma il vincitore George Robson morì in un incidente automobilistico prima di averlo ricevuto. Nel 1971, Al Unser ricevette un caricatore Dodge da Palmer Dodge nell’area di Indianapolis, dopo il Dodge Challengerla safety car è stata danneggiata nel crash iniziale. Palmer ha riparato la macchina e l’ha tenuta fino alla vendita nel 2006 al collezionista di auto locale Steven Cage. [63] Nel 1991, Dodge Viper era ancora un prototipo di veicolo, e solo due erano in esistenza. Il vincitore Rick Mears è stato invece premiato con una Dodge Stealth , che doveva essere l’auto da corsa originale, ma dopo le proteste della UAW (perché la Stealth era un’importazione vincolata costruita da Mitsubishi in Giappone), sono state invece utilizzate in pista per le auto del festival. [4]
  • Tra i numerosi premi presentati al vincitore c’è la tradizionale trapunta del vincitore . Dal 1976, Jeanetta Holder ha realizzato a mano una coperta trapunta speciale per il vincitore, che presenta un design correlato a Indy. La mattina dopo la gara presenta la trapunta al pilota vincitore, durante il tradizionale servizio fotografico del vincitore. [64]
  • La mattina dopo la gara, il pilota e il team vincenti partecipano al tradizionale servizio fotografico del vincitore sul traguardo. Il servizio fotografico del 1981 è degno di nota in quanto vincitore della gara Bobby Unser è stato privato della vittoria quando sono stati pubblicati i risultati ufficiali. Al secondo posto, Mario Andretti è stato eletto alla vittoria e Andretti ha preso parte al servizio fotografico. Più tardi nell’anno, Unser fu reintegrato nella vittoria. Nel 2009, le forti piogge di lunedì mattina hanno costretto il servizio fotografico di Hélio Castroneves a svolgersi all’interno.
  • La sera dopo la gara, i premi vengono distribuiti durante l’annuale 500 banchetto della vittoria. Il tradizionale banchetto per premi risale a molti decenni fa. Nel 1972, il gala del black-tie fu trasferito all’Indiana Convention Centere fu tenuto lì fino alla metà degli anni 2000. In anni più recenti, è stato tenuto in un padiglione sulla base dello Speedway. Il banchetto del 1973 fu cancellato a causa del ritardo della pioggia e delle circostanze tragiche che circondavano l’evento. Per un breve periodo (2000-2001), il banchetto si è tenuto domenica sera, poche ore dopo la conclusione della gara. La gara del 2000 non si è conclusa prima delle 18:00 a causa di un ritardo della pioggia, ei partecipanti hanno dovuto precipitarsi in centro per organizzare il banchetto in tempo. Nel 2002, il banchetto è stato spostato di nuovo a lunedì sera. Nel 1986, la gara fu ritardata fino al sabato seguente a causa della pioggia, e il banchetto fu cancellato a causa di problemi di programmazione. Il giorno dopo la gara allo Speedway Motel è stato organizzato un pranzo di vittoria privato per i primi tre classificati.

Altre tradizioni post-gara

  • L’Indianapolis 500 in particolare non utilizza un podio per i primi tre classificati come è consuetudine in altre forme di regata, così come nella maggior parte degli altri eventi IndyCar. Solo il pilota e la squadra vincenti partecipano alle celebrazioni della vittoria, un omaggio al Winner’s Circle delle corse di cavalli.
  • La tradizione del pilota e della troupe vincenti che bacia il piazzale di mattoni che segnano la partenza / arrivo, iniziata da Dale Jarrett nel Brickyard 400 del 1996 , sembra essere stata riportata alla Indy 500, a partire da Gil de Ferran nel 2003. [65 ]

Classifica ufficiale

Per molti anni, i risultati della gara sono stati considerati non ufficiali fino al giorno seguente. Immediatamente dopo la gara, il corpo sanzionatore inizierà a rivedere i periodici di punteggio, oltre a esaminare videocassette e filmati, per confermare i risultati, correggere errori di valutazione, emettere giudizi sulle infrazioni delle regole e valutare le penalità (o annullare le penalità) se necessario. Non era insolito che il processo di controllo si svolgesse fino a tarda sera, oltre la mezzanotte, e nelle prime ore del mattino successivo. Tradizionalmente, USACpubblicherebbe i risultati ufficiali alle 8:00 ora locale la mattina dopo la gara. Le revisioni non erano inusuali, in quanto le sanzioni valutate e le correzioni del punteggio sarebbero state annunciate nella classifica ufficiale. Tuttavia, la maggior parte delle correzioni erano relativamente minori e raramente i piloti perdevano o guadagnavano posizioni nella classifica finale. Un breve periodo di protesta si aprirà per le squadre per presentare formalmente denunce, e se non ci fossero proteste, i risultati ufficiali sarebbero rimasti come pubblicati.

Questa politica è stata spesso fonte di controversie, poiché negli anni precedenti questo ha reso i funzionari idonei a documentare le infrazioni delle regole non appena si sono verificate, ma non a stabilire sanzioni fino a dopo la gara, piuttosto che durante la gara. A volte i conducenti e i team non erano pienamente consapevoli delle infrazioni alle regole fino a quando non venivano rilasciati una penalità la mattina successiva. Questo ha impedito alle squadre di essere in grado di strategizzare e recuperare i deficit di penalità durante la gara stessa. In alcuni casi, il rigore ha lasciato cadere una o più posizioni nella classifica finale. Nei primi anni ’90, i rigori in gara sono diventati il ​​metodo di valutazione preferito, vale a dire la penalità stop & go , e attualmente la penalità drive-through .

Le più famose istanze di protesta si sono verificate nel 1981 e nel 2002 . secondo chi? ]

A partire dal 1990 è stato implementato un nuovo sistema di punteggio elettronico che semplifica il processo di assegnazione del punteggio. [66] [67] In quell’anno, i funzionari sono stati compilati nella classifica ufficiale domenica sera molto presto, ma hanno comunque trattenuto la versione ufficiale fino alle 8 del giorno successivo. Nel 1993, le regole furono modificate in modo tale che la classifica ufficiale sarebbe stata rilasciata circa sei ore dopo la conclusione della gara (anziché la mattina successiva). [68] Ciò è dovuto in gran parte al fatto che i sistemi di punteggio basati su computer e GPS hanno automatizzato il processo e impedendo qualsiasi malfunzionamento delle apparecchiature (come è successo in Texasnel 1997), gli errori di punteggio seriale erano quasi inesistenti; e significativamente più accurati e affidabili dei precedenti metodi di punteggio manuale. Punizioni valutate manualmente (come le penalità di un giro valutate per violazioni che si sono verificate molto tardi durante la gara) sono occasionalmente un obiettivo dell’analisi post-gara e della revisione del punteggio, in quanto tali penalità non possono essere normalmente scontate prima della conclusione della gara.

Eventi correlati

Nei giorni che precedono la gara, numerosi altri eventi correlati e non collegati si svolgono a Indianapolis e nei dintorni .

  • Tony Hulman Classic – Terre Haute Action Track ( Sprint USAC )
  • Hoosier Hundred – Indiana State Fairgrounds ( USAC Silver Crown Series )
  • Carb Night Classic (ex Night Before the 500) – Lucas Oil Raceway a Indianapolis .
  • Il Piccolo 500 – Anderson Speedway : A 500 giri auto sprint corsa ha tenuto la notte prima della 500 Miglia di Indianapolis a Anderson Speedway in Anderson, Indiana dal 1949.
  • Carb Night Burger Bash – Dal 2008 Curt Cavin (ex The Indianapolis Star ) e Kevin Lee ( WFNI / NBCSN ) ospitano un ricevimento a Indianapolis il venerdì sera prima della gara (Carb Day). Il ricevimento raccoglie fondi per beneficenza ed è evidenziato dalle apparizioni degli ospiti da parte dei piloti del campo di partenza, ex piloti e altre personalità di Indy. [69] Dal 2008 al 2015, l’evento si è tenuto al 96th Street Steakburgers. Dal 2016, è stato tenuto in centro, sponsorizzato da Steak ’n Shake .

A partire dal 2017, i quattro eventi di gara si svolgono su quattro notti consecutive, portando fino alla Indy 500 di Domenica. Il classico di Hulman è tipicamente mercoledì sera, la notte di Hoosier Hundred giovedì, la notte di venerdì classico di Carb Night e la piccola 500 di sabato sera.