In Canada e negli Stati Uniti, Jock è uno stereotipo di atleta, o qualcuno che è interessato principalmente alla cultura sportiva e sportiva, e non si interessa molto alla cultura intellettuale . [1] [2] Generalmente è attribuito principalmente ai partecipanti di atletica delle scuole superiori e del college che formano una sottocultura giovanile distinta . Come termine generale, jock può essere considerato sinonimo di atleta . [3] Gli atleti vengono solitamente presentati come praticanti di sport di squadra , come calcio, basket o baseball.

Parole simili che potrebbero significare lo stesso atleta (in Nord America) includono meathead, musclebrain e musclehead. [4] Questi termini si basano sullo stereotipo che un atleta è muscoloso, ma non molto intelligente, e non può portare una conversazione su un argomento diverso da uno relativo a sport, esercizio o sesso.

Origine

Si ritiene che l’uso del termine „jock“ per riferirsi a un uomo atletico sia emerso intorno al 1963. [2] Si ritiene derivi dalla parola “ jockstrap „, che è una sottoveste indossata per sostenere / proteggere i genitali maschili mentre fai sport. [5]

Gli atleti sono spesso in contrasto con un altro stereotipo negativo, i nerd . Questa dicotomia è un tema in molti film americani, programmi televisivi e libri.

Nel Regno Unito il termine „Jock“ è un termine stereotipato (forse, ma non necessariamente, dispregiativo) per uno scozzese.

Stereotipi

Il seguente elenco include le varie caratteristiche dello stereotipo Jock: [4]

  • Stuck-up e egocentrico [4]
  • Aggressivo, irritato rapidamente, egoista , offeso facilmente e irascibile [4]
  • Maleducato e arrogante [4]
  • Muscoloso e atletico [4]
  • Non piangere [6]
  • Paura di abbracciare o tenere un amico troppo a lungo [6]
  • Non mostrare debolezza o paura [6]
  • Popolare
  • prepotente

Rappresentazione nei media

Gli atleti stereotipati sono spesso presenti in libri , film e programmi televisivi che coinvolgono il liceo o il college . Lo stereotipo è più diffuso nei film per adolescenti come i film di College , American Pie e Revenge of the Nerds . Lo stereotipo si estende oltre la fascia di età delle scuole superiori e dei collegiali, scendendo verso i media destinati al pubblico più giovane. Esempi di questo includono il quarterback di football del liceo Dash Baxter nel cartone animato Nickelodeon Danny Phantom e Kevin della serie Cartoon Network Ed, Edd n Eddy. Altri ritratti degni di nota dello stereotipo includono l’interesse popolare dell’atleta „Tommy Ross“ in Carrie , l’antagonista viziato del bullismo Luke Ward nella prima stagione di The OC , e il ricco fidanzato di Kim, l’atleta Jim, in Edward mani di forbice .

I mass media prendono in prestito molte caratteristiche stereotipate degli atleti, e sono comunemente usati per ritrarre un personaggio che è relativamente non intelligente e non illuminato, ma socialmente e fisicamente ben dotato. Di solito, gli atleti praticano sport aggressivi come il calcio o il basket . Esempi di serie televisive includono Ryan Shay nella sitcom Suburgatory e Jimmy Armstrong ( Dan Cortese ) nella sitcom Hot in Cleveland . Il personaggio principale di Jock occupa spesso una posizione elevata, come il quarterback o il capitano della squadra di football. In molti casi si prova che il jock proviene da un riccofamiglia: guida un’auto sportiva o SUV lussuosae costosa e indossa abiti costosi di marca; tuttavia, questo non è sempre il caso. A questo proposito, potrebbe esserci una sovrapposizione significativa con lo stereotipo del preppie .

Come protagonista , il jock è spesso un personaggio dinamico che attraverso un’illuminazione o una nuova comprensione porterà a un cambiamento nei valori del jock. Questo cambiamento spesso significa una cessazione dell’atletica e / o qualche altro sacrificio sociale equivalente che porta il personaggio a non essere più considerato un atleta. Esempi dai film includono Randall „Pink“ Floyd in Dazed and Confused e Andrew Clark in The Breakfast Club . Esempi di serie televisive includono Nathan Scott nella serie drammatica teen One Tree Hill , Whitney Fordman in Smallville e Luke Ward inThe OC .

Come antagonisti , gli atleti possono essere personaggi di serie mostrati come privi di compassione per il protagonista , e sono generalmente piatti e statici . Spesso, nelle commedie o nei drammi delle scuole superiori in cui i personaggi principali non sono popolari, il jock è il principale antagonista e crudele nei confronti dei personaggi principali. A lui piacciono i nerd e le altre persone considerate impopolari, e di solito ha un finale sfortunato (e in alcuni casi violento e / o fatale). Heathers ‚ ‚Kurt‘ e ruoli ‚RAM‘, l‘ Uomo Ragno carattere Flash Thompson , delle scuole superiori di calcio Jocks e Connie D’AmicoI compari Scott e Doug in Family Guy , il capitano del football del liceo Oliver Wilkerson nel The Cleveland Show , il primo fidanzato di Jean Grey Duncan Matthews in X-Men: Evolution , il bullo della scuola media e il giocatore di „Crush Ball“ Rodney Glaxer dei Lloyd in Space , e Massimo Lenzetti ( Justin Chambers ) nel film The Wedding Planner sono esempi del genere. Ci sono anche numerosi jock antagonisti che si trovano in film drammatici come lo stupratore Dean Walton di Degrassi .

Nello show Pretty Little Liars , Emily Fields è l‘ atletica del gruppo. Nel film del 1978, Grease Danny Zuko cambiò il suo sguardo untuoso per jock per impressionare Sandy. Nel film di successo del 2006 High School Musical , Troy Bolton è stato un atleta stellare della East High School oltre ad altri personaggi come Chad Danforth , Zeke Baylor e anche il padre di Troy, Jack Bolton . Nel 2013, Monsters University , Johnny Worthington è l’orgoglioso leader di Roar Omega Roar (RΩR). Inoltre, Kevin Thompson di Daria, che satirizzava la vita del liceo, conformandosi allo stereotipo dell’atleta „stupido“, sebbene non fosse mai avaro nei confronti del personaggio principale Daria Morgendorffer e della sua amica Jane Lane ; un altro personaggio jock, Mac Mackenzie, è stato raffigurato come intelligente e cordiale per i personaggi principali, e non è mai stato mostrato come un bullo (anche se era spesso infastidito dall’oscurità di Kevin).

Altri personaggi jock

  • Brad Hayes in The Perks of Being a Wallflower
  • Brian Sommers in Glory Daze

Educazione e atletica

La percezione generale che gli atleti non sono intelligenti deriva dall’idea che il successo atletico e quello accademico si escludono a vicenda. Prima del 1990, molti ricercatori erano critici rispetto all’impatto delle attività extrascolastiche e dell’atletica, in particolare sull’educazione. Secondo il cosiddetto “ Zero Sum Model“, l’istruzione e le attività extracurricolari competono per il tempo dello studente. Tuttavia, studi successivi presentano una forte evidenza che le attività extrascolastiche sportive o culturali a scuola aumenterebbero la frequenza scolastica, la fiducia in se stessi, il grado (in alcuni casi) e la frequenza al college, ma ridurrebbe le prestazioni nel test standardizzato. [7] [8]

Nonostante il fatto che molte scuole reclutano per lo sport, mettono in atto clausole che richiedono agli studenti atleti di mantenere un voto accademico minimo per mantenere le loro borse di studio. Le scuole reclutano gli studenti nelle loro squadre atletiche, ma richiedono che uno studente mantenga una certa media dei voti (GPA) al fine di rinnovare la borsa di studio. Per molti giovani atleti, questo è un imperativo in quanto non potrebbero permettersi l’istruzione superiore da soli. Pertanto, bilanciano uno studio adeguato con le esigenze del loro sport. [9]

A livello di college negli Stati Uniti, la NCAA ha alcuni requisiti educativi che devono essere soddisfatti per gli studenti delle scuole superiori per giocare in una scuola di divisione I , e per avere diritto a una borsa di studio. Gli standard più recenti approvati dalla NCAA, che si applicheranno a tutte le matricole del college in entrata a partire dalla classe del 2016, richiedono che 16 studenti delle scuole superiori siano completati dallo studente-atleta, 7 dei quali devono essere di matematica, scienze o Inglese e 10 di queste 16 classi devono essere completate prima del loro ultimo anno di scuola superiore. Inoltre, gli studenti devono diplomarsi alle superiori con un minimo di 2,3 GPA (rispetto al requisito GPA 2.0 che era in vigore prima di questi nuovi standard). [10] Tuttavia, tali requisiti sono stati discussi per anni.[11]

Vedi anche

  • Preppy e il suo precursore degli anni ’50 la sottocultura Soc
  • Sottocultura Airhead
  • Hearties – il termine equivalente presso l’Università di Oxford
  • Himbo , un „he- bimbo „, bello e stupido
  • Nerd – per molti intenti il ​​contrario di ‚jock‘
  • Movimento anti-jock

Riferimenti

  1. Salta su^ „Jock: definizione del dizionario Jock in Oxford (inglese americano) (USA)“ . Estratto l‘ 8 ottobre 2015 .
  2. ^ Vai a:b „Dizionario di Etimologia online su Jock“ . Etymonline.com . Estratto il 1 ° febbraio 2011 .
  3. Salta su^ „WordNet di Princeton su Jock“ . Wordnetweb.princeton.edu . Estratto il 1 ° febbraio 2011 .
  4. ^ Salta a:f „Jocks come sottocultura giovanile“ (PDF) . Centro per la salute mentale nelle scuole, Progetto di salute mentale scolastica, Dipartimento di Psicologia, UCLA, Los Angeles . Estratto il 16 luglio 2016.
  5. Salta su^ Un’introduzione allo slang inglese . Estratto l‘ 8 ottobre 2015 .
  6. ^ Salta su:c Anderson , Eric (2014). Atleti del XXI secolo: uomini sportivi e eterosessualità contemporanea . Houndmills, Basingstoke, Hampshire: Palgrave Macmillan. ISBN  9781137550668 .
  7. Salta su^ Klein, Tim (2011). Correlazioni tra la partecipazione atletica alle scuole superiori e le prestazioni accademiche (Master of Education). Dordt College.
  8. Salta^ Herbert W. Marsh e Sabina Kleitman (2003). „Partecipazione atletica della scuola: principalmente guadagno con poco dolore“ (PDF) . Journal of Sport & Exercise Psychology . 25 (2): 205-228.
  9. Salta su^ „Black Voices Online“ . 21 settembre 2008. Archiviato dall’originaleil 14 maggio 2012 . Estratto il 5 marzo 2010 .
  10. Salta su^ O’Neil, Dana (6 agosto 2012). „Eleggibilità vs. preparazione accademica“ . ESPN.com . Estratto il 31 dicembre 2012 .
  11. Salta^ Smith, Ronald A. (2011). Paga per giocare: una storia della riforma atletica del Big-Time College . Chicago, IL: University of Illinois Press.