I campionati sportivi professionistici sono organizzati in numerosi modi. I due tipi più significativi sono quelli sviluppati in Europa, caratterizzati da una struttura a più livelli che utilizza la promozione e la retrocessione per determinare la partecipazione a una gerarchia di leghe o divisioni e un modello originario del Nord America caratterizzato dall’uso di „franchising“, appartenenze chiuse, e leghe minori . Entrambi questi sistemi rimangono più comuni nella loro area di origine, sebbene entrambi i sistemi siano utilizzati in tutto il mondo.

Etimologia

Il termine campionato ha molti significati diversi in diverse aree del mondo, e il suo uso per concetti diversi può rendere confusi i confronti. Di solito un campionato è un gruppo di squadre che si giocano durante la stagione. Viene anche spesso usato per il nome dell’organo di governo che sovrintende la lega, come in America’s Major League Baseball o England’s Football League. Poiché la maggior parte delle società calcistiche europee partecipa a diverse competizioni durante una stagione, le partite casalinghe a stagione regolare vengono spesso definite partite di campionato e le altre come partite non di campionato , anche se le competizioni separate possono essere organizzate dallo stesso governo corpo. Inoltre, c’è un calcio di rugbycodice chiamato rugby league , che è distinto dall’unione di rugby .

Struttura dei campionati del Nord America (sistema in franchising e lega minore)

Vedi anche: Major leghe sportive professionali negli Stati Uniti e in Canada e Lega Minore

I campionati sportivi professionistici del Nord America comprendono un numero stabilito di club, noti come franchise, che schierano una squadra ciascuno. [1] Le franchigie hanno diritti territoriali, di solito territori esclusivi abbastanza grandi da coprire le principali aree metropolitane, in modo che non abbiano rivali locali. Le nuove squadre possono partecipare alla competizione solo con un voto degli attuali membri; in genere, un nuovo posto viene messo all’asta dai potenziali proprietari. Questo sistema è spesso definito un „sistema di franchising“. [2] [3] [4] Fu introdotto nel baseball con la formazione della Lega Nazionale nel 1876 [NB 1] e in seguito adottato dalle altre leghe nordamericane.

Sebbene i club membri siano entità aziendali separate dai loro campionati, operano solo sotto gli auspici della lega. In parte perché questa relazione è così stretta, e in parte perché i quattro principali campionati sportivi a squadre rappresentano il livello più alto di gioco nel mondo, le squadre nordamericane non giocano quasi mai partite competitive contro avversari esterni, anche se la National Hockey League (NHL) e la National Basketball Association Le squadre (NBA) hanno giocato contro le squadre europee di hockey e pallacanestro nelle mostre di pre-stagione. Il campionato nordamericano, piuttosto che qualsiasi organo di governo sportivo , determina le regole di gioco e le regole di punteggio del suo gioco, e le regole in base alle quali i giocatori si uniscono e cambiano le squadre.

Le squadre sono organizzate in modo che ogni grande città abbia una squadra da supportare. Solo le città più grandi come New York, Chicago o Los Angeles hanno più di una squadra. Di conseguenza, i team vengono spesso definiti franchising. Anche se non sono tecnicamente in franchising in senso imprenditoriale, la lega è organizzata in modo tale da assicurare che le squadre continuino a esistere nel campionato di anno in anno, il che favorisce una connessione continua con i sostenitori della squadra. A volte una lega può decidere di far crescere lo sport ammettendo una nuova squadra di espansione nel campionato. La maggior parte delle squadre delle quattro principali leghe sportive del Nord America sono state create come parte di un’espansione pianificata del campionato o attraverso la fusione di una lega rivale. Solo una manciata di squadre nella National Hockey League, ad esempio, esisteva prima di diventare parte della NHL. Il resto delle squadre è stato creato ex novo come squadre di espansione o come membri fondatori della World Hockey Association , che si è fusa con la NHL nel 1979.

Le migliori squadre in una determinata stagione raggiungono un playofftorneo, e il vincitore dei playoff è incoronato campione del campionato e, in alcuni casi, come campione del mondo. I campionati sportivi americani e canadesi hanno tipicamente sistemi di „spareggio“. Questi hanno le loro radici nelle lunghe distanze di viaggio comuni negli sport statunitensi e canadesi; per ridurre il viaggio, i campionati sono tipicamente allineati nelle divisioni geografiche e presentano orari sbilanciati con squadre che giocano più partite contro avversari nella stessa divisione. A causa del calendario sbilanciato tipico nei campionati statunitensi e canadesi, non tutte le squadre affrontano gli stessi avversari e alcune squadre potrebbero non incontrarsi durante una stagione regolare. Ciò si traduce in squadre con record identici che hanno affrontato avversari diversi per un numero di volte diverso, rendendo i record della squadra da soli una misura imperfetta della supremazia della lega.

Major League Soccer è un campionato nordamericano che presenta alcuni aspetti della struttura europea perché il calcio ha un’origine europea piuttosto che americana. Major League Soccer non è tecnicamente un’associazione di franchising ma una singola entità commerciale, sebbene ogni squadra abbia un proprietario-operatore; i proprietari della squadra sono in realtà azionisti della lega. Il campionato, non le singole squadre, si contrae con i giocatori. Diversamente dalle squadre nei quattro sport principali, diverse squadre della Major League Soccer si qualificano per giocare partite competitive nella CONCACAF Champions League contro squadre al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, e MLS utilizza regole di gioco stabilite dall’organo di governo internazionale del suo sport. MLS ha seguito le proprie regole di gioco fino al 2004, quando ha adottato la FIFAregole. In un altro parallelo con il modello europeo, sia gli Stati Uniti che il Canada hanno gare separate per la coppa a eliminazione diretta durante la stagione MLS che includono squadre di campionati minori. Negli Stati Uniti, la Lamar Hunt US Open Cup ha avuto la partecipazione MLS dall’inizio della lega; a partire dalla coppa del 2012 , ogni competizione presenta tutte le facce MLS americane. Allo stesso modo, tutte le squadre MLS canadesi si sfidano nel campionato canadese . Tuttavia, la struttura della lega di MLS segue il modello nordamericano, con una singola Premier League e nessuna promozione o retrocessione.

Alcuni altri sistemi nordamericani hanno anche una struttura gerarchica, ma senza la promozione e la retrocessione dei club esposti nel modello europeo. Invece, i campionati sportivi generalmente usano un sistema di lega minore . Ad esempio, Major League Baseball ha un’affiliazione con la Minor League Baseball per sviluppare giovani talenti. La maggior parte dei club della lega minore è di proprietà indipendente, ma ognuno stipula un contratto con una major league club che assume e paga i giocatori e li assegna ai vari club affiliati. I club minori non si muovono su o giù nella gerarchia per successo o fallimento sul campo. L‘ hockey su ghiaccio professionale ha un sistema in qualche modo simile al baseball, mentre la National Basketball Associationgestisce una lega di sviluppo . La National Football League non ha un sistema di lega minore a partire dal 2011, ma ha operato o affiliato a serie minori negli anni ’30 , ’40 , ’60 , ’90 e primi anni ’20 .

Struttura dei campionati europei (sistema di promozione e retrocessione)

Articolo principale: promozione e retrocessione

Il calcio in Inghilterra ha sviluppato un sistema molto diverso da quello nordamericano, ed è stato adottato per il calcio nella maggior parte degli altri paesi europei, così come per molti altri sport fondati in Europa e giocato in tutto il mondo. Le caratteristiche del sistema sono:

  • L’esistenza di un organo direttivo eletto a cui appartengono club a tutti i livelli dello sport
  • La promozione di squadre efficienti a leghe o divisioni di livello superiore e la retrocessione di squadre con scarsi risultati a leghe o divisioni di livello inferiore.
  • Partite giocate sia all’interno che all’esterno dei campionati

Le società calcistiche europee sono membri sia di una lega che di un organo di governo. Nel caso dell’Inghilterra, tutte le squadre di calcio competitive sono membri della Football Association , mentre le prime 20 squadre sono anche membri della Premier League , un’organizzazione separata. Le 72 squadre nei tre livelli sotto la Premier League sono membri di un altro ancora, la English Football League . La FA gestisce la squadra nazionale di calcio e i tornei che coinvolgono squadre di diversi campionati (tranne la Coppa EFL , gestita dalla English Football League e aperta alle proprie squadre e alla Premier League). In collaborazione con la FIFA e gli organi di governo di altri paesi, stabilisce anche le regole di gioco e le regole secondo cui le squadre possono vendere i contratti dei giocatori ad altri club.

Le regole o le leggi del gioco sono stabilite dall’associazione internazionale di calcio . [5]

La Premier League negozia contratti televisivi per i suoi giochi. Tuttavia, anche se la lega nazionale sarebbe la competizione dominante in cui un club potrebbe partecipare, ci sono molte partite senza campionato che un club potrebbe giocare in un determinato anno. Nel calcio europeo ci sono gare di coppa nazionale, che sono tornei knock-out ad eliminazione diretta, vengono giocate ogni anno e tutti i club della lega partecipano. Inoltre, i club più performanti dell’anno precedente possono partecipare a tornei paneuropei come la UEFA Champions League , gestita dall’Unione delle associazioni calcistiche europee . Una squadra della Premier League potrebbe giocare una partita di campionato una settimana e una FA Cupla partita contro una squadra di una lega di livello inferiore la successiva, seguita da una partita di EFL Cup contro una squadra nella EFL, e quindi una quarta partita potrebbe essere contro una squadra di tutta Europa in Champions League.

Il sistema di promozione e retrocessione è generalmente utilizzato per determinare l’appartenenza ai campionati. Più comunemente, un numero predeterminato di squadre che finisce il fondo di un campionato o di una divisione viene automaticamente abbandonato, o retrocesso, a un livello inferiore per la stagione successiva. Vengono rimpiazzati da squadre che vengono promosse da quel livello inferiore finendo con i record migliori o vincendo un playoff. In Inghilterra, nella stagione 2010-2011 , le squadre di Birmingham City , Blackpool e West Ham United sono state retrocesse dalla Premier League al Football League Championship , il secondo livello del calcio inglese. Sono stati sostituiti dai primi due team del secondo livello,Queens Park Rangers e Norwich City , entrambi hanno vinto la promozione automatica, così come Swansea City (un club gallese che gioca nel sistema inglese), che ha vinto un torneo di spareggio delle squadre che sono finite dal terzo al sesto posto. Nella stagione 2011-12 , le squadre Wolverhampton Wanderers , Blackburn e Bolton sono state retrocesse al campionato . Furono sostituiti da Reading , Southampton e West Ham . Le due ex squadre avevano vinto la promozione automatica, mentre quest’ultima occupava l’ultimo posto di promozione quando sconfiggevano Cardiff5-0 complessivo in semifinale, e sconfitto il Blackpool per 2-1 in finale allo stadio di Wembley.

Il sistema ebbe origine in Inghilterra nel 1888 quando dodici club decisero di creare una lega di calcio professionistica . Si espanse poi fondendosi con Football Alliance nel 1892, con la maggior parte delle squadre dell’Alleanza che occupavano la Seconda Divisione inferiore , a causa delle divergenti forze delle squadre. Dato che questo differenziale è stato superato nei cinque anni successivi, i vincitori della Seconda Divisione sono entrati in un playoff con la squadra peggiore della Prima Divisione e, se hanno vinto, sono stati promossi nella fascia più alta. Il primo club ad ottenere la promozione è stato Sheffield United , che ha sostituito il retrocesso Accrington FC

La retrocessione spesso ha conseguenze finanziarie devastanti per i proprietari di club che non solo perdono la TV, la sponsorizzazione e il reddito del gate, ma possono anche vedere il valore patrimoniale delle loro azioni nel crollo del club. Alcuni campionati offrono un “ paracadute “ ai propri team retrocessi per gli anni successivi al fine di proteggerli dalla bancarotta. Se una squadra viene promossa di nuovo al livello superiore l’anno successivo, il pagamento con il paracadute per la seconda stagione viene distribuito tra le squadre della divisione inferiore. [6] C’è ovviamente una ricompensa per i club promossi.

Il campionato non sceglie quali città devono avere squadre nella massima divisione. Ad esempio, Leeds , la quarta città più grande in Inghilterra, ha visto la sua squadra, il Leeds United , retrocessa dalla Premier League al campionato nel 2004, e retrocessa nuovamente al terzo livello League One nel 2007. Leeds rimarrà senza Premiership squadra finché dura per lo United, o in teoria qualsiasi altro club locale, per giocare abbastanza bene da essere promosso in Premiership. Notoriamente, la Ligue 1 francese mancava da alcuni anni da una squadra di Parigi, capitale e città più grande della Francia. Allo stesso modo, i club berlinesi della Bundesliga sono stati rari, dato che i club più ricchi si trovano tutti nella ex Germania Ovest.

Oltre a non avere il diritto di essere in un certo livello, un club non ha diritti territoriali sulla propria area. Una nuova squadra di successo in una posizione geografica può arrivare a dominare gli incumbent. Ad esempio, a Monaco di Baviera , il TSV 1860 München ebbe inizialmente più successo rispetto all’attuale maggiore squadra della città, il Bayern München . [7] Londra ha 14 squadre professionistiche , tra cui cinque squadre della Premier League.

I club possono essere venduti privatamente a nuovi proprietari in qualsiasi momento, ma ciò non accade spesso dove i club sono basati sull’appartenenza e l’accordo della comunità. Tali club richiedono l’accordo dei membri che, a differenza degli azionisti delle società, hanno priorità diverse dai soldi quando si tratta della loro squadra di calcio come la tradizione o l’identità locale. Per ragioni analoghe, il trasferimento di club in altre città è molto raro. Ciò è dovuto principalmente al fatto che praticamente tutte le città in Europa hanno un club di calcio di qualche tipo, la dimensione e la forza del club di solito in relazione alle dimensioni e all’importanza della città. L’acquisto di un club di prim’ordine e il trasferimento in una nuova sede sono problematici, poiché i sostenitori del club originario della città difficilmente commuteranno la fedeltà a un intruso. Ciò significa che chiunque voglia possedere un club di alto livello nella propria città natale deve acquistare un club locale così com’è e lavorarlo attraverso le divisioni, solitamente assumendo talenti migliori. Ci sono statialcuni casi in cui i proprietari esistenti hanno scelto di trasferirsi da un mercato difficile, a strutture migliori o semplicemente a realizzare il valore di mercato della terra su cui è costruito lo stadio attuale. Come negli Stati Uniti, le delocalizzazioni delle squadre sono state controverse in quanto i sostenitori del club protesteranno per la sua perdita.

Sistemi in tutto il mondo

Le leghe intorno al mondo generalmente seguono l’uno o l’altro di questi sistemi con qualche variazione. La maggior parte dei campionati sportivi australiani sono simili al modello nordamericano, con playoff post-stagione e senza retrocessione, ma senza divisioni geografiche, con gli esempi più importanti sono la Australian Football League ( regole australiane ) e la National Rugby League ( rugby league ). Nippon Professional Baseball in Giappone utilizza il sistema nordamericano a causa dell’influenza americana sul gioco. Nel cricket , la Premier League indiana , lanciata nel 2008, opera anche su questo sistema. La Super League , che è il livello più alto dilega di rugby nel Regno Unito e in Francia, è stato eseguito su una base franchising da 2009 al 2014 , [8] ma è tornato ad un modello di promozione / retrocessione con la stagione 2015 . Un altro esempio di una lega in franchising nello sport europeo è la Kontinental Hockey League dell’hockey su ghiaccio , centrata principalmente in Russia con squadre che si trovano anche in Bielorussia , Cina , Finlandia, Kazakistan , Lettonia e Slovacchia .

Il sistema di promozione-retrocessione è ampiamente utilizzato nel calcio in tutto il mondo, in particolare in Africa, America Latina e Europa. La variazione più notevole si è sviluppata in America Latina, dove molti paesi hanno due stagioni all’anno , che la programmazione consente perché molte nazioni latinoamericane mancano di una competizione a livello nazionale. La promozione e la retrocessione sono state storicamente utilizzate in altri sport di squadra fondati nel Regno Unito, come il rugby union , il rugby league e il cricket .

Il modello europeo viene anche usato in Europa anche quando gli sport sono stati fondati in America, dimostrando che il sistema di lega adottato non è determinato dallo sport in sé, ma più dalla tradizione dell’organizzazione sportiva in quella regione. Sport come il basket in Spagna e Lituania usano la promozione e la retrocessione. Allo stesso modo, l‘ A-League australiana non usa la struttura piramidale normalmente presente nel calcio, ma segue la tradizione degli sport australiani con un modello di franchising e un sistema di spareggio post-stagione che meglio si adatta ad un paese con alcune importanti centrali luoghi in cui uno sport deve garantire che ci sia una squadra che gioca senza il rischio di retrocedere. [9]Allo stesso modo, un altro notevole esempio di sport „europeo“ che utilizza il modello americano è il Super Rugby del rugby union , con 18 franchigie. Sedici di questi provengono dai paesi fondatori della competizione del Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda, e gli altri due sono squadre provenienti dall’Argentina e dal Giappone che hanno aderito alla competizione nel 2016.

In Asia orientale, luoghi come Giappone, Cina, Corea del Sud e Taiwan hanno una particolare differenziazione tra i campionati: sport „europei“ come il calcio e il rugby usano la promozione e la retrocessione, mentre gli sport „americani“ come il baseball e il basket usano franchising e minorenni leghe, con alcune differenze che variano da paese a paese. Una situazione simile esiste nei paesi dell’America centrale e nei Caraibi, dove calcio e baseball condividono diversi mercati vicini.

Confronti storici

Articolo principale: Promozione e retrocessione: confronti storici

Un fattore importante nello sviluppo del sistema di appartenenza chiusa nordamericano nel corso del XIX secolo furono le distanze tra le città, con alcune squadre separate dalla metà del continente nordamericano, con conseguenti alti costi di viaggio. Quando la National League of Professional Base Ball ClubFu fondato nel 1876, i suoi fondatori giudicarono che per prosperare, dovevano rendere il più alto livello di competizione del baseball un „negozio chiuso“, con un limite severo sul numero di squadre, e con ogni membro che aveva diritti locali esclusivi. Questa garanzia di un posto nella lega anno dopo anno permetterebbe a ciascun proprietario di un club di monopolizzare le basi dei tifosi nei rispettivi territori esclusivi e dare loro la fiducia necessaria per investire in infrastrutture, come i campi da gioco migliorati. Ciò a sua volta garantirebbe le entrate necessarie per sostenere i viaggi attraverso il continente. [10]

Al contrario, le distanze più brevi tra le aree urbane in Inghilterra hanno permesso a più club di sviluppare grandi basi di fan senza incorrere negli stessi costi di viaggio del Nord America. Quando la Football League, ora conosciuta come la English Football League , fu fondata nel 1888, non era destinata ad essere una rivale della Football Association, ma piuttosto la migliore competizione al suo interno. Il nuovo campionato non è stato universalmente accettato come la migliore competizione inglese di calibro. Per aiutare a vincere i fan dei club al di fuori della Football League, è stato stabilito un sistema in cui le peggiori squadre alla fine di ogni stagione avrebbero bisogno di vincere la rielezione contro i club che volessero aderire. Una lega rivale, la Football Alliance, fu poi formato nel 1889. Quando i due si fusero nel 1892, non fu a parità di condizioni; piuttosto, la maggior parte dei club dell’Alleanza è stata inserita nella nuova Second Division della Football League , le cui migliori squadre sarebbero passate alla Prima Divisione al posto delle sue peggiori squadre. Un’altra fusione, con la massima divisione della Southern League nel 1920, ha aiutato a formare la terza divisione in modo simile, stabilendo fermamente il principio di promozione e retrocessione. [10]

Vedi anche

  • Ricevute di gate
  • Storia del baseball
  • Calcio in Inghilterra
  • Calcio in Francia
  • Calcio in Italia
  • Calcio in Germania
  • Calcio in Australia
  • Calcio europeo
  • Calcio in Spagna
  • Calcio nei Paesi Bassi
  • Calcio in Portogallo
  • Calcio in Scozia
  • Rugby Football League
  • Hockey League inglese
  • EuroHockey Club Champions Cup
  • Handball-Bundesliga
  • Liga ASOBAL
  • Coppa EHF

Note

  1. Salta in alto^ Prima del 1876, le squadre di baseball si unirono alla classe professionale (1869-1870) oall’associazione professionaleannunciando le loro intenzioni e pagando le tasse richieste, un sistema aperto.

Riferimenti

  1. Salta su^ Rader, Benjamin G .; 2002; Baseball: A History of America’s Game; Seconda edizione; Università di Illinois Press
  2. Salta su^ „Steve James: Il sistema di franchising Twenty20 semplicemente non funzionerà“ . Daily Telegraph, Londra, Regno Unito. 18 aprile 2010.
  3. Salta su^ „La testa di ECB ha escluso i discorsi di Twenty20 sistema di franchising“ . Taipei Times, Taipei, Taiwan.
  4. Salta su^ Shropshire, Kenneth L. „Il gioco della franchigia sportiva: le città alla ricerca di franchise sportive, eventi, stadi e arene“
  5. Salta su^ Regolamenti FIFA sullo stato e sul trasferimento dei giocatori
  6. Salta in alto^ Articolo che discute la disparità finanziaria tra la Premier League e la Football League
  7. Salta la storia di ^ Bundesliga
  8. Salta in alto^ Articolo che parla degli effetti potenzialmente negativi del franchising sulla Rugby League
  9. Salta su^ „David Gallop pone il consolidamento di A-League in cima all’ordine del giorno“ . Il Sydney Morning Herald .
  10. ^ Salta su:b Cain, Louis P. e Haddock, David D .; 2005; „Storie economiche simili, diverse strutture industriali: i contrasti transatlantici nell’evoluzione dei campionati sportivi professionistici“; Journal of Economic History 65 (4); pp 1116-1147