I pantaloncini sono un indumento indossato da tutti i generi sopra la loro area pelvica , che circonda la vita e si spacca per coprire la parte superiore delle gambe, a volte si estende fino alle ginocchia ma non copre l’intera lunghezza della gamba . Si chiamano „shorts“ perché sono una versione abbreviata dei pantaloni , che coprono l’intera gamba, ma non il piede. I pantaloncini sono generalmente indossati nella stagione calda o in un ambiente in cui il comfort e il flusso d’aria sono più importanti della protezione delle gambe.

Ci sono una varietà di pantaloncini, che vanno dai pantaloni corti al ginocchio che in alcune situazioni possono essere indossati come abiti formali per costumi da bagno e da ginnastica. Alcuni tipi di pantaloncini sono in genere indossati da donne, come le culotte , che sono una gonna divisa che ricorda un paio di pantaloncini larghi.

Differenze terminologiche

In inglese britannico è stato utilizzato il termine „pantaloni corti“, ma soltanto per i bicchierini che sono una versione breve del reale chiarificazione necessaria ] pantaloni (pantaloni), ad esempio, su misura pantaloncini, spesso allineati, come tipicamente indossato come parte della uniforme della scuola per i ragazzi fino ai primi anni dell’adolescenza, [1] [2] [3] e da militari e poliziotti in climi tropicali. Il termine americano „pantaloncini“ è probabilmente l’equivalente più vicino negli Stati Uniti, dove potrebbero essere definiti „corti da abito“, un termine che non ha guadagnato molto denaro in Gran Bretagna. Un indumento in qualche modo simile indossato dagli uomini in Australia è chiamato “ stubbies „“.“ Shorts „è usato non qualificato in inglese britannico per riferirsi a pantaloncini sportivi, pantaloncini sportivi o pantaloncini casuali: l’ultimo è al giorno d’oggi comune nella stagione calda nel Regno Unito.

Il termine „boxer shorts“ era una moneta americana per un particolare tipo di biancheria intima da uomo , ed è ora comune in Gran Bretagna. Tuttavia, i boxer sono spesso indicati come „pugili“ negli Stati Uniti. La parola „pantaloni“ si riferisce ai capispalla (pantaloni) in uso americano (tranne quando viene modificata in „mutande“), ma se usato in inglese britannico non qualificato significa biancheria intima.

Sociologia

Europa e America

Boy Scouts che indossano pantaloncini. (Messico, 2010)

In gran parte dell’Europa e delle Americhe durante il diciannovesimo e l’inizio del ventesimo secolo, i pantaloncini venivano indossati come tuta sportiva solo da ragazzi giovani fino a raggiungere una certa altezza o maturità. Quando i ragazzi diventavano più grandi, tipicamente intorno alla pubertà, ricevevano il loro primo paio di pantaloni lunghi. Ciò ha prodotto la percezione che i pantaloncini fossero solo per ragazzi. Per questo motivo, gli uomini non indosserebbero pantaloncini per evitare di sembrare immaturi. Le donne tendevano a non indossare pantaloncini nella maggior parte delle culture, a causa dei costumi sociali: ci si aspettava che indossassero vestiti , o gonne e camicette .

Nel 1890, i pantaloni al ginocchio (un tipo di pantaloni corti precoce) diventarono l’abbigliamento standard per i ragazzi americani. Molti ritratti scolastici urbani del 1890 mostrano tutti tranne i ragazzi più grandi che indossano pantaloni con le ginocchia. [4] I ragazzi nordamericani normalmente indossavano pantaloni con le ginocchia e calze corte. [5] Questo cominciò a cambiare dopo il 1900 quando i ragazzi nordamericani iniziarono ad indossare i pantaloni alla zuava , mentre i pantaloni corti diventarono più popolari in Europa. Negli anni ’30, i pantaloncini iniziarono ad essere indossati per il comfort casual (ad es. Per attività all’aperto e atletiche) da parte di uomini e donne. Tuttavia, era ancora tabù indossare pantaloncini al di fuori di certe attività.

Dall’epoca della Seconda guerra mondiale , quando molti soldati servivano in luoghi tropicali, gli uomini adulti hanno indossato i pantaloncini più spesso, soprattutto nei mesi estivi, ma la percezione dei pantaloncini come unici per i giovani ha richiesto diversi decenni di cambiamenti, e ad alcuni l’estensione esiste ancora in alcuni ambienti. Verso la fine del XX secolo, tuttavia, divenne comune per gli uomini indossare i pantaloncini come abbigliamento casual in estate.

Tuttavia, in molti paesi ci sono poche impostazioni formali in cui indossare pantaloncini sarebbe accettabile, in quanto considerati casual wear. Notevoli eccezioni in cui gli uomini possono indossare pantaloni corti in ufficio o in un raduno formale sono il Sud Africa, le Bermuda, l’Australia e la Nuova Zelanda. Dagli anni ’90, l’abbigliamento da ufficio casual è cresciuto fino a includere cortometraggi formali in alcune aziende britanniche e statunitensi, ma non universalmente.

In tutto il mondo

Gli adulti sono anche comunemente visti indossare pantaloncini, tuttavia indossare pantaloncini è meno comune tra le donne nei paesi orientali tradizionali che in Occidente, anche se questo varia molto da regione a regione – le donne indossano più spesso pantaloncini in città grandi e cosmopolite. In alcuni paesi si possono vedere donne adulte che indossano pantaloncini larghi che finiscono o appena sotto il ginocchio, in quanto sono considerati sufficientemente modesti. [6]

Stili

Immagine Nome Descrizione
baggies Pantaloncini larghi che arrivano fino alle ginocchia. Questo particolare stile è stato associato a kit di calcio e sport simili dal 1904, quando la Football Association of England ha abbandonato la sua regola che obbligava i giocatori a coprirsi le ginocchia. [7] I pantaloncini più lunghi e larghi rimpiazzarono rapidamente gli ex calzoncini. [7] Fino agli anni ’60, i calciatori si riferivano a questi indumenti come „mutandoni“, ma dopo gli anni ’60 il termine „pantaloncini“ entrò nell’uso standard. [7] Durante gli anni ’70 e ’80, i cortometraggi molto più corti diventarono abbigliamento standard per i calciatori, ma in seguito all’adozione di corti più lunghi da parte del Tottenham Hotspur FCper una partita del 18 maggio 1991, nonostante la beffa iniziale, la lunghezza maggiore divenne di nuovo più ampia. [8] Un soprannome popolare per la squadra di calcio di West Bromwich Albion sin dai primi anni del 1900 è stato il „Baggies“. Questo a volte si presume che si riferisca ai cortometraggi dei giocatori, sebbene ci siano più spiegazioni alternative. [9] [10]„Baggies“ è anche un termine alternativo per i boardshorts (vedi sotto). [11] [12]
Bermuda
Bermuda giallo

Pantaloni corti, che termina da tre a quattro pollici sopra il ginocchio, comunemente indossati dagli uomini delle Bermuda (con calzettoni e giacca e cravatta) per gli abiti da lavoro e anche nei cocktail party. [13] [14] Sono disponibili in una vasta gamma di colori, che vanno dal grigio conservatore alla marina, ai colori più brillanti come l’arancione, il verde e il rosa. [14] Nonostante il loro nome, non sono di origine bermuda, ma furono originariamente progettati intorno al 1900 per l’abbigliamento militare delle forze armate britanniche nei climi tropicali. [14] Dagli anni ’20 in poi questi pantaloncini da uniforme militare iniziarono a essere copiati da sarti e civili bermudiani, e successivamente furono presi dai turisti che diffusero lo stile in tutto il mondo. [14]I turisti che si sono appropriati dello stile hanno indossato i bermuda quasi esclusivamente come abbigliamento casual. [14]

Nei primi anni ’90 i bermuda sono stati accettati in Francia come opzione di moda per le donne, anche se dagli anni ’30 si erano sempre più affermati come opzione per l‘ abbigliamento sportivo femminile americano . [15] [16] In America, nonostante le diffuse critiche, i bermuda furono accolti da studenti e studentesse nei campus universitari dagli anni ’20 e ’30 in poi, e negli anni ’50 erano ampiamente indossati. [16] All’inizio del 21 ° secolo in America, i bermuda da donna sono noti come „pantaloncini da città“ e sono solitamente lunghi fino al ginocchio, simili a una gonna a matita . [14]

Pantaloncini da surf I boardshorts sono una forma di pantaloncini lunghi e larghi appositamente progettati per il beachwear e gli sport acquatici . Possono anche essere descritti come „baggies“ (vedi sopra) o „jam“.[11] [12] Come „tronchi da surf“, emersero per la prima volta alle Hawaii negli anni ’50, distinguendosi per la loro costruzione che comprendeva moschettoni e tasche di sicurezza con alette sigillabili. [17] Questi primi costumi da surf erano fatti di cotone, sebbene i sintetici ad asciugatura rapida come il nylon e il neoprene trovassero rapidamente il favore dei portatori. [17] Sono stati realizzati al ginocchio per proteggere le gambe del surfista dall’aderire alla cera sulla loro tavola da surf. [17]Nel 1970 la compagnia Quiksilver offrì un design di boardshirt di grande successo che rapidamente guadagnò una reputazione tra i surfisti come il migliore. [18] Avrebbero in seguito fatto il pioniere di una linea di boardshorts pensati appositamente per le donne. [12] Altri produttori leader di boardshort includono Billabong e Rip Curl . [12]

Entro il 2010, il boardshort era ampiamente indossato come capo alla moda oltre la spiaggia, anche come clubwear e nelle scuole. [17] All’inizio del XXI secolo, il poliestere è sempre più utilizzato, spesso mescolato con altre fibre come lycra, elastan o spandex, creando un effetto ultrasuato . [19]

Boxer
Wrestler John Quinlan in boxing shorts (2010)

Shorts in tessuto morbido elastico a vita solitamente indossati come biancheria intima, ma originariamente progettati per essere indossati dai partecipanti al pugilato . Nella loro forma attuale i „pugili“ furono introdotti nel 1925 da Jacob Golomb (fondatore della società di attrezzature sportive e abbigliamento Everlast ) come alternativa ai bauli con cintura in pelle che i pugili indossavano in genere. [20] Successivamente sono diventati un’alternativa anche alla biancheria intima lunga . [21] I boxer da uomo come indumenti intimi cominciarono a essere presentati in stampe e modelli di novità dalla fine degli anni ’50 in poi. [22] Durante gli anni ’80 e ’90 le donne iniziarono a indossare boxer abbinati a T-shirt come abbigliamento da camera o da notte. [23] Le mutande Boxer , che sono emerse negli anni ’90, sono una variante specifica per l’intimo sui boxer, ma realizzati in tessuto a maglia elastica per una vestibilità aderente. [24]

culotte Boyshorts (o pantaloncini da ragazzo) sono una forma di biancheria intima da donna che è emersa per la prima volta negli anni ’90, somigliando strettamente a hotpants abbreviati (vedi sotto).[25] Sono tagliati con lati larghi e un basso rialzo, riducendo il rischio di linee di mutandina visibili . [26] I Boyshorts vengono sempre più indossati come tuta sportiva in contesti sportivi, comeSerena Williams sul campo da tennis, [25] o da atleti e corridori come alternativa ai „bun-huggers“ (vedi sotto). [27]
Abbracci Bun Bun-huggers è un nome popolare per i pantaloncini da atletica unisex molto brevi e attillati, noti anche come „slip da corsa“. Sono stati paragonati ai pantaloni del bikini. [27] [28] Nel 2008 è stato notato che la Federazione internazionale di pallavolo richiedeva che i giocatori di pallavolo femminile indossassero tali indumenti mentre giocavano. [28] [29] Sebbene sia stato sostenuto e affermato che i bun-huggers consentono agli indossatori di muoversi senza impedimenti e godere di un’ampia gamma di movimenti, chi li indossa e gli osservatori hanno espresso disagio per la loro schifosità crescente. [27] [28] Uno studio realizzato dalla Women’s Sports Foundationha commentato che rendere tali indumenti obbligatori per le donne atleti era „avventurarsi nell’arena dello sfruttamento degli atleti“. [29] A partire dalla metà degli anni 2000 tali indumenti vengono sempre più sostituiti da bermuda (vedi sopra) che offrono maggiore copertura e sicurezza a chi li indossa. [27]
Pantaloncini cargo I pantaloncini cargo sono una versione abbreviata di pantaloni cargo , in genere a circa il ginocchio, con tasche multiple che sono tipicamente cucite ai lati esterni delle gambe. Nel 1980 i pantaloncini cargo erano commercializzati come ideali per lo sportivo o il pescatore, con i lembi tascabili che assicuravano che il contenuto della tasca fosse sicuro e difficilmente cadesse. [30]Dalla metà alla fine degli anni ’90 i pantaloncini cargo hanno trovato popolarità tra la moda maschile mainstream. [31] Nel 2012, Tim Gunn osservò che mentre le tasche erano innegabilmente utili per trasportare cose per lavoro o altri strumenti quotidiani, i pantaloncini cargo erano più pratici che eleganti. [32]
culottes Culottes sono stati introdotti nella metà del 20 ° secolo come una versione abbreviata della gonna divisa di fine Ottocento destinata al cavallo e alla bicicletta. Benché chiamate gonne culotte , sono fondamentalmente pantaloncini corti costruiti per nascondere la loro divisione. [33] A partire dalla metà del 20 ° secolo, le culotte sono state sempre più offerte come alternativa alle gonne delle uniformi da donna, ad esempio nella guerra del Vietnam quando gli operai della Croce Rossa femminile trovavano le loro gonne uniformi poco pronte all’uso intorno agli elicotteri. [34]
Cut-off Chiamato anche „cutoff“. Un termine generico per i pantaloni in cui le gambe sono state tagliate a metà strada. Il concetto è stato intorno agli anni ’30, quando i cortometraggi iniziarono ad essere accettabili indossando al di fuori del campo sportivo. [16] Negli anni ’60 e ’70 il concetto di tagliare deliberatamente le gambe dei jeans, lasciando che il margine grezzo si sfilacciava, insieme ad altri mezzi per personalizzarle, prese piede come parte della cultura giovanile occidentale. [35] Mentre i cut-off possono essere fatti in casa da jeans già esistenti, anche i cut-off pronti vengono venduti al dettaglio. [36] I cut-off estremamente brevi in ​​denim sono noti come „Daisy Dukes“ (vedi sotto). [37]
Pantaloncini da ciclismo
Salopette

I pantaloncini da ciclista sono pantaloncini lunghi attillati appositamente progettati per essere indossati dai ciclisti per ridurre gli sfregamenti. Anche se spesso a vita elastica, uno stile alternativo popolare con bretelle integrali , più comodo a lungo termine per i ciclisti seri, è chiamato pantaloncini . [38] Sono progettati per adattarsi alla postura di un ciclista piegato in posizione di regata, tagliato più a lungo nella parte posteriore che nella parte anteriore per garantire una copertura completa. [39] A partire dagli anni ’80, questi indumenti sono sempre più progettati per tenere conto della differenza tra i corpi maschili e femminili, poiché i pantaloncini da donna richiedono una misura più ampia da vita a cavallo. [39]A partire dagli anni ’80, i „pantaloncini da bici“ sono stati anche indossati come capi di abbigliamento, anche se spesso mancano le imbottiture interne e la costruzione richiesta dai ciclisti. [40] [41]

Daisy Dukes Una versione estremamente breve di cut-off del denim, popolarmente conosciuta come Daisy Dukes, in riferimento al personaggio di Catherine Bach con quel nome della serie televisiva americana The Dukes of Hazzard . [37] Sono una forma di hot pants o pantaloncini corti (vedi sotto).
Pantaloncini di jeans ojorts I pantaloncini di jeans sono indossati da entrambi i sessi. Possono anche essere chiamati „jorts“, una crasi di „jeans“ e „corti“, anche se questo termine è probabilmente applicato agli stili larghi ginocchio. [42] [43]Tuttavia, il termine può descrivere molti stili di pantaloncini realizzati in denim, [42] come i cut-off (vedi sopra), o Daisy Dukes (vedi sopra). [37] Il termine „jorts“, definito semplicemente come shorts in denim, è stato aggiunto all’Oxford English Dictionary nel 2013. [44]
Pantaloncini Dolphin Uno stile specifico di pantaloncini da ginnastica (vedi sotto), molto corto, originariamente realizzato in nylon con cuciture a contrasto, spacchetti laterali e angoli arrotondati, popolare negli anni ’80. [45] [46] Il nome è una corruzione di Dolfin , la compagnia americana che per prima ha prodotto i pantaloncini da corsa originali negli anni ’80. [46] Un indossatore di alto profilo di „pantaloncini delfino“ è il guru del fitness Richard Simmons , che nel 2012 si vantava di possedere 400 coppie di Dolfini vintage. [47] Nel 2012, è stato riferito che i pantaloncini Dolfin arancioni sono specificati come parte della divisa per le cameriere di Hooters . [48]
Pantaloncini da ginnastica Un termine generico per pantaloncini specificamente progettato per abbigliamento sportivo.
Hotpants pantaloni caldi Il termine „hot pants“ è apparso intorno al 1970 come descrizione per cortometraggi estremamente corti, realizzati in tessuti di lusso come il velluto e la seta, sottolineando il loro ruolo di capi di abbigliamento piuttosto che di abbigliamento pratico. [49] [50] Nel 1976, Eleanor Lambert notò che il termine „hot pants“ era stato coniato da Women’s Wear Daily per descrivere le mode innovate dalla società francese di prêt- à -porter Dorothée Bis . [51] Lambert attribuisce inoltre a Mariuccia Mandelli del marchio di moda italiano Krizia la progettazione dei primi „hot pants“ nel 1970. [51] Glihotpants sono sempre più accreditati a Mary Quant . [52][53]Mentre il termine „hotpants“ è usato genericamente per descrivere pantaloncini corti (vedi sotto), capi simili erano stati indossati dagli anni ’30. [54] I pantaloncini da uomo molto corti possono anche essere occasionalmente chiamati hotpants. [54]
Lederhosen Pantaloncini in pelle, spesso indossati con bretelle abbinate collegate da una fascia pettorale, tradizionalmente associate alla Baviera , Germania; e paesi precedentemente parte della regione del Tirolo e Austria-Ungheria . [55]
Pantaloncini da corsa
Pantaloncini da trail running

Una forma di pantaloncini da ginnastica studiati appositamente per la corsa. Sono in genere leggeri, molto corti e divisi lateralmente (per consentire la libertà di movimento delle gambe), con un rivestimento interno sintetico . [56] Il nylon è un tessuto popolare per i pantaloncini da corsa in quanto è leggero, ad asciugatura rapida e resistente. [57] Ipantaloncini da corsa in nylon sono apparsi per la prima volta negli anni ’70 e, nonostante la resistenza iniziale tra gli uomini a indossare capi leggeri e leggeri che sembravano lingerie, gli short in nylon sono diventati rapidamente popolari. [39] Una versione ancora più breve del corto in esecuzione, generalmente indossata daipartecipanti al triathlon , è chiamata tri-short. [39] Pantaloncini Dolphin(vedi sopra) sono una variazione popolare sui pantaloncini da corsa. [45]I pantaloncini da trail running sono in genere più lunghi e in tessuto più resistente, con minore probabilità di impigliarsi e strapparsi sui rami sporgenti. [58]

Pantaloncini da scuola Pantaloncini progettati appositamente per essere indossati come parte di una divisa scolastica. Questi sono tradizionalmente realizzati nello stesso modo dei pantaloni completamente su misura, con passanti per cintura, tasche, moschettoni e fodera, ma tagliati a misura. [59] Originariamente, si usava la flanella di lana , come nei pantaloni lunghi, ma oggigiorno questi pantaloni corti sono solitamente realizzati con tessuti sintetici. [59]I tradizionali pantaloncini di flanella grigia associati alla divisa scolastica britannica si erano consolidati negli anni ’20, quando erano lunghi fino al ginocchio o appena sopra il ginocchio. [60] [61]Fino agli anni ’50 i pantaloncini da scuola venivano anche descritti come „mutandoni“ in cataloghi e gerghi sartoriali. [62] Questo termine probabilmente ebbe origine come abbreviazione di knickerbockers , che cominciò ad essere indossato dagli scolari per lo sport negli anni 1880. [63] Poiché il termine „mutandoni“ era diventato sinonimo di mutandine nel 20 ° secolo, raramente veniva usato colloquialmente per i cortometraggi. Entro il 2004, uno studio sulle scuole private britannicheNotò che i tradizionali pantaloncini grigi della scuola erano diventati denotatori di divisa scolastica privata o pubblica , poiché non erano più richiesti l’uso delle scuole pubbliche . [64] I pantaloncini su misura simili fanno parte dell’uniforme scolastica in un certo numero di paesi, tra cui Australia, Singapore, Sud Africa e Nuova Zelanda, [59] e fanno anche parte dell’uniforme indossata dai bambini in organizzazioni come i Cub Scout .
Pantaloncini corti
In posa in pantaloncini corti, 1945

I pantaloncini corti, come suggerisce il loro nome, sono più corti della media. Tali indumenti erano noti dal 1930, quando femminili star di Hollywood li indossavano per foto pubblicitarie, [54] e in New York City , un by-legge (abrogato 1942) è stato passato che vieta le femmine da li indossa. [65] Erano principalmente indossati per lo sport e per scopi attivi, come il ciclismo. [66] I pantaloncini che terminavano nella parte superiore della coscia divennero sempre più popolari come abbigliamento per il tempo libero informale e abbigliamento sportivo negli anni ’40, ’50 e ’60 sia per gli uomini che per le donne. [67] Nei primi anni ’70 iniziarono a produrre cortometraggi corti in tessuti di moda, in cui si chiamavano hotpants (vedi sopra), un termine reso popolare daAbbigliamento da donna Daily . [49] [51] [54] I termini hotpants e short shorts sono diventati intercambiabili. [54]

skorts

Skorts (un portmanteau di “ sk IRT“ e „sh orts „) sono realizzati con un lembo di stoffa di fronte che crea l’illusione del loro essere una gonna dalla parte anteriore. [68] Sono spesso indossati per lo sport e le attività attive. [68] Quando lo skort fu introdotto per la prima volta in America alla fine degli anni ’50 descrisse un paio di pantaloncini con una sopraggonna a pieghe annodata. [69]

Zip-off opantaloncini convertibili / pantaloni / pantaloni Pantaloni lunghi che zip fuori al ginocchio, permettendo a chi l’indossa di variare la lunghezza del loro gamba dei pantaloni a piacere. Spesso raccomandati per l’escursionismo o il trekking, gli spin-off sono in circolazione dagli anni ’80. [70] Sono anche adatti ai pescatori, poiché i pantaloni più lunghi possono essere facilmente convertiti in pantaloncini lunghi. [71]