Un programma o programma (vedi le differenze di ortografia ) è un opuscolo disponibile per gli utenti che partecipano ad un evento dal vivo come spettacoli teatrali, feste , eventi sportivi , ecc. Si tratta di un volantino stampato che delinea le parti dell’evento programmato, esecutori principali e informazioni di base. Nel caso di spettacoli teatrali, viene utilizzato anche il termine locandina . Può essere fornito gratuitamente dagli organizzatori dell’evento o può essere riscossa una tassa.

Performing arts

Ad una rappresentazione teatrale , lirica o di balletto viene di solito data alla porta negli Stati Uniti , mentre di solito viene venduta nel Regno Unito . Il programma Broadway guadagna dalla vendita di pubblicità. Una compagnia di programmi paga al teatro i diritti per produrre i programmi di produzione, il che è contrario alla comune convinzione che il teatro paghi la compagnia del programma. [1] Il programma contiene generalmente foto della produzione, una lista del cast, biografie degli attori e del personale di produzione coinvolti, il nome del teatro, informazioni di base e può contenere pubblicità. Ad esempio, il programma per la produzione originale diMan of La Manchaconteneva articoli dello staff su come veniva creata la produzione. I primi programmi teatrali furono pubblicati a metà del diciannovesimo secolo in formato rivista. [2] Il programma teatrale originale apparve per la prima volta nel XVIII secolo. Le prime locandine erano semplici, con solo un numero sufficiente di pagine per elencare i membri del cast e le informazioni sulle scene e sul locale del gioco. Di solito c’erano solo quattro pagine: la copertina pubblicizzava lo spettacolo, una pagina posteriore mostrava il layout del teatro e le due pagine interne elencavano tutti i crediti. [3]Non tutti i primi programmi venivano stampati, ma scritti a mano o tagliati e incollati insieme dalle lettere di altri documenti stampati. Quest’ultimo è stato fatto soprattutto dall’imprenditrice teatrale Sarah Baker, che possedeva diversi teatri nel Kent, nel tardo XVIII secolo. [4]

All’inizio del teatro inglese il cast era molto importante. Il pubblico aveva molta familiarità con i principali attori e un particolare giocatore poteva attirare un pubblico più vasto. Il programma era una sorta di contratto tra il teatro e il pubblico, perché se un pubblico pagava per vedere un attore particolare e non veniva presentato, allora c’era il rischio immediato di sibili di folla, di lanci di arance o di rivolte. Questo a volte ha provocato danni alla proprietà e aggressioni fisiche. [4]

I programmi non erano solo distribuiti nei teatri, ma anche nelle strade. I distributori erano spesso donne che lavoravano per il teatro vendendo arance come rinfresco al pubblico. È stato accennato al fatto che queste donne erano anche delle prostitute. Tuttavia, c’era ancora un grande tasso di analfabetismo tra i frequentatori del teatro. Ciò ha portato le compagnie di attori a percorrere le strade urbane con un tamburo mentre annunciava le sedi in arrivo. [4]

Entro il 19 ° secolo, i programmi, simili a quelli di oggi, venivano stampati. Tuttavia, le precedenti locandine del XVIII secolo contenevano ancora più disegni e informazioni su una produzione. [5] Nel 1884, le pubblicità diventarono un’apparizione standard nelle locandine. A partire da New York , la prima azienda a specializzarsi nella stampa di programmi teatrali è stata fondata da un uomo d’affari dell’Ohio , Frank Vance Strauss . Nel 1911, la compagnia fu chiamata Strauss Magazine Theatre Program . [3] Il 23 settembre 1920, la società, allora nota come la New York Theatre Corporation , pubblicizzava le sue vendite a un milione e mezzo al mese. [6]Questa società è stata la prima fondazione per la rivista moderna, Playbill . [7]

Durante la seconda guerra mondiale , i programmi teatrali britannici subirono un cambiamento drammatico mentre il governo poneva delle restrizioni sull’uso della carta. Il programma è tornato in un unico foglio piegato una sola volta per creare in modo efficiente quattro pagine disponibili per il testo. Non prima degli anni ’70, i programmi di stampa fotografica erano disponibili e ampiamente distribuiti nei teatri britannici. La Playbill americana non ha sofferto così gravemente durante la seconda guerra mondiale ed è stata ancora pubblicata a un ritmo regolare. [2]

I programmi teatrali sono diventati articoli di informazione molto preziosi per la storia culturale di una città o di una nazione. Un esempio è la celebrazione dell’Australia nel 2008 sul ritorno del suo primo documento sopravvissuto dal Canada, che era una locandina teatrale del 1796. La locandina pubblicitaria pubblicizzava la produzione di The Tragedy of Jane Shore . George Hughes, un detenuto a bordo della First Fleet , stampò il manifesto dalla prima tipografia australiana. [4]

Eventi sportivi

Durante un evento sportivo professionale , i programmi vengono spesso venduti e contengono informazioni sulle squadre in competizione. Nel Regno Unito i programmi di calcio vengono emessi dalla squadra di casa per ogni partita casalinga e come hobby sono raccolti da tifosi e appassionati di calcio. I programmi sportivi possono essere altamente collezionabili, con alcuni programmi di calcio rari venduti a prezzi elevati: nel Regno Unito , per migliaia di sterline . Spesso negli sport europei, le compagnie indipendenti pubblicano i propri programmi e li vendono al di fuori di una sede. Questi sono conosciuti come fanzine . Anche se è meno comune negli Stati Uniti, al di fuori di Fenway Parkquesto è un evento comune in quanto il report di Way Yawkeyè venduto così come un altro opuscolo.

Film

Nel caso dei film , i programmi sono raramente forniti, anche se sono stati spesso distribuiti durante i roadshow originali di spettacoli come Ben-Hur (1959), King of Kings (1961), o How the West Was Won (1962), così come film „specializzati“ come Disney’s Fantasia o i tre film di Laurence Olivier Shakespeare che ha recitato e diretto: Henry V , Hamlet e Richard III . Hanno servito molto la stessa funzione di quelli per il teatro dal vivo. I programmi per film realizzati in speciali processi widescreen hanno anche spiegato come è stato realizzato l’effetto widescreen.

Vedi anche

  • Cimeli sportivi
  • Guida ai contenuti multimediali , una pubblicazione che presenta una cronologia approfondita del team sportivo, statistiche e altri elementi di interesse destinati ai media sportivi che sono spesso disponibili per l’acquisto pubblico

Riferimenti

  1. Salta^ Bloom, Ken. Broadway: la sua storia, le persone e i luoghi: un’enciclopedia. New York: Routland, 2004. (p 281)
  2. ^ Salta a:b Una storia di programmi e programmi teatrali
  3. ^ Salta fino a:b Bordman, Gerald e Thomas Hischak. The Oxford Companion to American Theater . New York: Oxford Uni. Press, 2004. (p 502)
  4. ^ Salta fino a:d Russell, Gillian. 1765 Locandina teatrale: il primo documento sopravvissuto stampato in Australia . http://www.abc.net.au/rn/bookshow/stories/2008/2285731.htm
  5. Salta^ Bloom, Ken. Broadway: la sua storia, le persone e i luoghi: un’enciclopedia. New York: Routland, 2004. (p 279)
  6. Salta su^ „Inchiostro della stampante“, no. 112: 45
  7. Salta su^ Botto, Louis. A questo teatro: 100 anni di spettacoli, storie e stelle a Broadway. New York: Applause Theatre & Cinema Books, 2002. (p xiii)