Il razzismo nello sport è stato un problema diffuso in tutto il mondo, e in particolare il razzismo nei confronti degli afro-americani è stato particolarmente negativo nel corso della storia degli sport negli Stati Uniti e in tutto il mondo. [1]

The Human Rights and Equal Oyguru65yttghjikljhyurrty ytr6ftfgyt6tgyujh yt6ralian Commissione per i diritti umani | page = 9 | accessdate = 28 marzo 2014}} da What’s the Score? (16 ottobre 2007) </ ref> sostenendo che l’abuso e la denigrazione razziale sono all’ordine del giorno negli sport internazionali, in Australia, Europa e America. [2]

Razzismo negli sport americani

Le sezioni seguenti esaminano esempi di razzismo in diversi sport americani nel corso della storia.

Baseball professionista

Negro Leagues

Mentre gli sport progredivano, i rapporti di razza progredivano a un ritmo comparabile. Nel baseball, ad esempio, gli afroamericani erano esclusi dalla partecipazione alla National Association of Baseball Players a causa di pregiudizi regionali e divieti di colore non ufficiali risalenti al 1890. [3] A causa di questa segregazione, i neri hanno lavorato insieme per creare le leghe negre. Questi campionati comprendevano per lo più tutte le squadre afroamericane. Nel complesso, i Negro Leagues sono diventati una delle imprese più grandi e di maggior successo gestite dagli afroamericani. La loro crescita fondatrice e resiliente si è dimostrata una prova della determinazione e della spinta degli afro-americani a combattere l’imponente segregazione razziale e lo svantaggio sociale. [3]

Jackie Robinson

Jackie Robinson è nata a Il Cairo, in Georgia, nel 1919 ed è stata la più giovane di cinque figli. [4] In giovane età, suo padre abbandonò la famiglia e sua madre, Mallie Robinson, decise di trasferire la famiglia a Pasadena in California. Fu qui che Jackie iniziò ad eccellere in molti sport, in particolare nel baseball.

Dopo aver prestato servizio nell’esercito, Jackie è entrato a far parte dei Kansas City Monarchs delle American Negro Leagues e si è distinto con un field elite e una media di battute superiore a 300. [4] Anche se Jackie stava giocando bene, non gli piaceva competere in una lega razzialmente segregata che era stata messa in atto dalle leggi Jim Crow . Branch Rickey , presidente dei Brooklyn Dodgers, firmò Jackie ai Montreal Royals nel 1946, che era una squadra della lega minore tutta bianca. [5] Affronta molte avversità con i commenti razzisti dei suoi stessi membri della squadra e specialmente durante le partite in trasferta dove i giocatori bianchi avversari sputavano, colpivano e scivolavano dentro di lui con delle tacchette di metallo affilate. [5]

Nonostante questa avversità, Jackie ha guidato la International League sia nella media di battuta (.349) sia nella percentuale di fielding (.985) ed è stata chiamata a giocare per i Brooklyn Dodgers. [5] Jackie ha giocato la sua prima partita il 15 aprile 1947, diventando il primo uomo afro-americano a giocare a baseball professionista. Le molestie nelle Major Leagues sono peggiorate solo con i manager e i giocatori della squadra avversaria che urlavano termini dispregiativi e tentavano di infliggere danni. [5] Jackie ha avuto una carriera da baseball di successo, è stato inserito nella Major League Baseball Hall of Fame e ha ritirato il suo numero di maglia. [5]

Golf

Tiger Woods

Solo pochi giocatori di minoranza, come Tiger Woods , hanno dominato il golf professionistico . Woods è di origine afroamericana e asiatica-americana . Con l’83% dei partecipanti al golf bianchi, una maggioranza bianca domina il golf. [6] Tiger Woods, un individuo multirazziale, ha la seconda vittoria più importante di qualsiasi individuo nella storia del golf con 14. [7] La sua eccellenza è stata ben riconosciuta mentre diventava uno dei giocatori più commerciabili al mondo. Woods ha contribuito a demolire le imponenti discrepanze razziali nel golf non solo gareggiando con il meglio del golf attuale, ma anche sfidando altri golfisti esperti per essere il migliore di tutti i tempi. Nel 1997, Woods divenne il primo giocatore nero a vincere unCampionato maschile di golf a soli 21 anni. Dopo aver vinto il Masters Tournament del 1997 , Woods affrontò il ridicolo di Fuzzy Zoeller , che vinse questo campionato nel 1979. Zoeller rispose alla vittoria di Woods affermando „Quel ragazzino sta guidando bene e sta facendo bene, sta facendo tutto il necessario per vincere. sai cosa fate voi ragazzi quando arriva qui. Lo accarezzate sulla schiena e dite congratulazioni e divertitevi e ditegli di non servire pollo fritto l’anno prossimo. Zoeller dice che i suoi commenti sono stati fraintesi e più tardi si sono scusati. [8]

Nel 2011 l’ex caddy di Woods Wood Williams ha descritto Woods come un „culo nero“, che ha suscitato molte polemiche sulla dinamica razziale tra Woods e il mondo del golf (Jemele). I suoi commenti sul ridicolo hanno aperto un dibattito sulle possibili tensioni razziali presenti nel golf. Williams ha descritto i suoi commenti come „stupidi“ e non razzisti e più tardi si è scusato. [9]

L’emittente Kelly Tilghman è sospesa da The Golf Channel dopo aver scherzato sul fatto che Tiger Woods è stato „linciato in un vicolo“ durante la copertura finale del campionato Mercedes-Benz . [10]

Pallacanestro professionista

Donald Sterling

Donald Sterling era il precedente proprietario dei Los Angeles Clippers , che era stato bandito dalla NBA a vita per le osservazioni insensibili alla razza che aveva fatto sugli afro-americani. [11] Dopo aver visto una foto che la sua allora fidanzata, V. Stiviano, ha pubblicato con Magic Johnson , Sterling è stato registrato dicendo:

„Mi infastidisce molto il fatto che vuoi trasmettere che ti stai associando ai neri. Devi farlo? … Puoi dormire con loro [i neri]. Puoi portarli dentro, puoi fare quello che vuoi Il piccolo che ti chiedo non è promuoverlo su quello … e non portarlo ai miei giochi „. [12]

Queste osservazioni hanno causato immenso oltraggio ai suoi giocatori e al coach Doc Rivers (che è un afroamericano), e hanno minacciato di boicottare i giochi e hanno chiesto che Sterling venisse rimosso come proprietario. [12] Nonostante le osservazioni, i giocatori continuarono a giocare per i fan e la città di Los Angeles che si sforzava di avanzare nei playoff. [12] Il commissario NBA, Adam Silver , e il Board of Governors della NBA hanno ufficialmente approvato la vendita dei Clippers al CEO di Microsoft Steve Ballmer per $ 2 miliardi e hanno effettivamente messo al bando Sterling dalla NBA per la vita. [13]

Razzismo nell’atletica universitaria

Ulteriori informazioni: NCAA

College football

Nonostante le università abbiano fatto passi da gigante per diversificare i loro corpi studenteschi, il razzismo ha avuto un effetto sull’atletica dell’Università. Secondo Charles T Clotfelter, „Nessun problema più grande ha affrontato gli Stati Uniti durante il regno degli sport universitari di tutti i tempi rispetto alla macchia della segregazione razziale e della discriminazione“. [14] Mentre gli sport universitari hanno acquisito notorietà, l’attenzione a livello nazionale su questo tema ha ottenuto riconoscimento. Clotfelter continua la sua analisi dell’uguaglianza negli sport collegiale affermando che la decisione „Brown v Board of Education del 2016 ha posto le basi per un epico confronto tra … la devozione del Sud al calcio universitario e il suo impegno culturale per le leggi Jim Crow“. [14]Con una porzione significativa dei giocatori di football del Sud che sono afro-americani, le tensioni tra i giocatori e l’atmosfera meridionale sono diventate evidenti. Per quanto riguarda il fatto che il Sud mantenga un senso di autorità sui neri, nell’anno 20 „il 92,5% dei presidenti universitari della FBS erano bianchi, l’87,5% dei direttori atletici erano bianchi e il 100% dei commissari della conferenza erano bianchi“. In confronto, „circa il 31% degli allenatori di posizioni è nero e il 12% dei coordinatori è nero. Tra i giocatori dell’FBS, circa il 54% è nero“. [15]Mentre la NFL ha implementato la regola rooney al fine di creare opportunità per gli allenatori delle minoranze, il calcio del college non ha una tale regola in vigore. Tuttavia, nel tempo la coesione razziale nello sport è migliorata, poiché Clotfelter afferma che c’è stata una „consapevolezza che il successo futuro richiederebbe team integrati“. [14]

Ernie Davis

Ernie Davis è stato il primo afro-americano a vincere l‘ Heisman Trophy Award ed è stato un eccezionale giocatore di football universitario. [16] Davis è nato il 14 dicembre 1939 ed è cresciuto a New York con la madre e il patrigno. Da adolescente, Davis cominciò a dimostrare di essere un atleta superiore. Era un atleta di tre sport alle superiori, ma eccelleva soprattutto nel calcio. [16] Davis era stato reclutato da molti diversi programmi di calcio del college, ma la leggenda della NFL Jim Brown convinse Davis a frequentare l‘ Università di Syracuse perché disse a Davis che sarebbe stato un posto accogliente per un giovane atleta nero nel 1959. [16]Un sacco di squadre sportive universitarie in quel momento stavano resistendo all’integrazione a pieno titolo, e Davis piaceva che l’allenatore della Syracuse, Ben Schwartzwalder , fosse così accogliente con i giocatori afroamericani. [17]

A causa delle regole NCAA all’epoca, Davis ha dovuto prendere parte al suo primo anno, ma subito ha iniziato ad avere un grande successo come al secondo anno quando ha corso per 686 yard su 98 carry e 10 touchdown. [16]Indossava la leggendaria maglia numero 44 di Jim Brown, e continuò a dominare l’anno seguente per 877 yard, il che valeva 8,7 yard per porta. Nella sua ultima stagione, Davis ha corso per 823 yard e ha ricoperto la leadership della sua carriera universitaria diventando il primo afro-americano in assoluto a vincere l’ambito trofeo Heisman. [16] Nel 1962, Davis fu anche il primo afro-americano ad essere stato selezionato per primo nel Draft NFL dai Washington Redskins , e immediatamente scambiato con i Cleveland Browns . [17]

Come afro-americano che giocava molto football al college nel sud, Ernie ha affrontato diversi casi di razzismo in diverse occasioni. Uno di questi è stato dopo il 1960 Cotton Bowl nel 1960. Syracuse aveva sconfitto il Texas dal 23 al 14, e Davis aveva un gioco fantastico e guadagnato gli onori MVP. [16] A Davis fu detto che gli sarebbe stato permesso di accettare il premio al banchetto post partita, ma che lui e altri compagni di squadra neri avrebbero dovuto lasciare la struttura segreta poco dopo. [17] Tutta la squadra ha voluto andarsene e boicottare l’evento, ma i funzionari di Syracuse hanno fatto rimanere il resto della squadra per non provocare una scena. [17]

Poco dopo essere stato arruolato, Ernie Davis fu diagnosticata con la leucemia e morì e il 18 maggio 1963, non avendo giocato una partita nella NFL. Il sogno di Brown e Davis che giocano fianco a fianco nella NFL non è mai stato possibile, ma l’eredità di Davis vivrà per sempre. [16]

College basketball

Texas Western

Nel 1966, Don Haskins condusse un’incredibile squadra di basket occidentale del Texas con un record di 23-1 e culminando in un campionato nazionale. [18] La squadra era composta da molti giocatori afroamericani, e durante la stagione regolare ha affrontato un sacco di razzismo a causa della riproduzione di molti dei loro giochi nel Sud, come illustrato nel libro Glory Road , di Haskins, uno di questi eventi si è verificato dove durante una partita in trasferta, molti dei giocatori neri hanno fatto a pezzi le loro stanze d’albergo e sono stati danneggiati da atti vandalici, con molte osservazioni razziste dipinte sui muri. [19]

Haskins ha fatto la storia quando ha iniziato la prima formazione tutta nera il 19 marzo 1966, contro l‘ Università del Kentucky nel campionato nazionale. I Minatori sconfissero la squadra di Adolph Rupp , tutta bianca, classificata come numero uno, e si sigillarono per sempre nella storia. [18] Dopo questo storico anno di basket universitario, le squadre del paese hanno iniziato a reclutare sempre più atleti afroamericani e il basket universitario è diventato un campionato più integrato. [18]

Patrick Ewing Incident

Nel 1983, il centro stella della Georgetown University, Patrick Ewing, corse in campo solo per essere incontrato da una derisione razzista verso il suo personaggio. Una buccia di banana fu lanciata verso di lui sul campo durante il gioco, e segni che recitavano „Ewing is a Ape“ e „Ewing Kant Read Dis“ erano tenuti. [20] Come uno dei giocatori più dominanti nella pallacanestro del college, Ewing continuò a giocare nonostante le provocazioni. Il presidente dell’Università Rev. Timothy S Healy ha descritto le azioni come „roba economica e razzista“. [21] Ewing avrebbe continuato a recitare nella NBA e diventare una figura emblematica per Georgetown Athletics e Georgetown University. Come un glorioso alunno della Georgetown University, la sua immagine riflette la difesa dell’Università per la diversità, nonostante le azioni razziste del passato.

Don Imus

Il conduttore radiofonico Don Imus è stato sospeso per due settimane e poi licenziato dalla CBS dopo aver commentato commenti dispregiativi sulla squadra di basket femminile di Rutgers. [22] [23] [24] Questo incidente si è verificato l’11 aprile 2007, con osservazioni che hanno definito la squadra „pannolini“ il giorno successivo alla sconfitta della squadra nel campionato nazionale femminile NCAA contro l’Università del Tennessee. [23] [24]

Razzismo negli sport internazionali

1936 Summer Olympics

Ulteriori informazioni: 1936 Giochi olimpici estivi e antisemitismo nei giochi olimpici

Dall’inizio delle Olimpiadi del 1936, ci fu un’opposizione ai Giochi Olimpici che si svolgevano in Germania; „né gli americani né i rappresentanti di altri paesi possono prendere parte ai Giochi nella Germania nazista, senza per altro accettare il disprezzo dei nazisti per il fair play e il loro sordido sfruttamento dei Giochi“. Nonostante questo risentimento, i Giochi olimpici continuarono. [25]

L’offerta per i Giochi Olimpici del 1936 fu la prima ad essere contestata dai membri del CIO, che votarono per la loro città ospite preferita. Il voto è avvenuto nel 1931 durante l’era della Repubblica di Weimar, prima che Adolf Hitler salisse al potere nel 1933. Consentendo solo ai membri della „razza ariana“ di competere per la Germania controllata dai nazisti , Hitler ha ulteriormente promosso la sua credenza ideologica sulla supremazia razziale .

Altre nazioni hanno discusso il boicottaggiocon la Spagna e l’Unione Sovietica che stanno attraversando un boicottaggio completo. La Amateur Athletic Union ha guidato redattori di giornali e gruppi anti-nazisti per protestare contro la partecipazione americana, contestando che la discriminazione razziale era una violazione delle regole e del credo olimpico e che la partecipazione ai Giochi equivaleva a sostenere il Terzo Reich. La maggior parte dei giornali afroamericani sosteneva la partecipazione alle Olimpiadi. Il Philadelphia Tribune e il Chicago Defender concordarono sul fatto che le vittorie nere avrebbero minato la visione nazista della supremazia ariana e avrebbero innescato il rinnovato orgoglio afroamericano. Le organizzazioni ebraiche americane, nel frattempo, si opposero largamente alle Olimpiadi. Il Congresso ebraico americano e il comitato laburista ebraico organizzarono manifestazioni e sostenne il boicottaggio delle merci tedesche per mostrare il loro disprezzo per la partecipazione americana. Le Olimpiadi estive del 1936 finirono per vantare il maggior numero di nazioni partecipanti di qualsiasi Olimpiade a quel punto. Tuttavia, alcuni atleti individuali, compresi gli ebrei americaniMilton Green e Norman Cahners , hanno scelto di boicottare i Giochi.

Durante queste Olimpiadi, Margaret Bergmann Lambert fu esclusa nella squadra olimpica tedesca del 1936 perché era ebrea. [26] Dovette trattenere la sua rabbia e la sua frustrazione riguardo alla diseguaglianza ingiusta di Hitler in Germania. Sebbene Lambert avesse eguagliato il record nazionale tedesco nel salto in alto un mese prima delle Olimpiadi, le fu negata l’opportunità di partecipare ai giochi. [26]Inoltre, la stampa nazista descrisse gli afroamericani come „ausiliari neri“ e alla fine richiese la loro esclusione dalle Olimpiadi. Inoltre, i nazisti di Hitler hanno creato regole e restrizioni all’interno della Germania che proibivano agli ebrei di poter utilizzare strutture e campi da gioco locali per un addestramento appropriato, già nel marzo del 1933. Questo diede agli ebrei e ad altri metodi „non ariani“ metodi di allenamento ineguali. [25]

I grandi successi degli afroamericani, come Jesse Owens, sfidarono l’ideale „ariano“, o una persona caucasica senza discendenza ebraica. Owens ha vinto quattro medaglie d’oro: una su 100 metri, 200 metri, salto in lungo e relè 4×100 metri. I suoi successi hanno trasmesso sia le nozioni di „educazione interraziale“ che di „assimilazione muscolare“ per contribuire a promuovere la sportività verso gli afro-americani sul palcoscenico olimpico. Tuttavia, questi risultati della consapevolezza interrazziale e della coesione razziale hanno anche solidificato le gerarchie sociali tradizionali attraverso l’apparenza di scoperte „scientifiche“ in fisiologia e anatomia. [25]

Inoltre, questi risultati sono stati accolti con molte speculazioni e critiche. Fin dai giochi, è esistita una speculazione sulla riluttanza di Hitler a stringere la mano alle medaglie d’oro afroamericane. Dai resoconti che Hitler aveva volutamente evitato di riconoscere le sue vittorie e si era rifiutato di stringergli la mano, Owens disse allora:

Hitler ebbe un certo tempo per venire allo stadio e una certa ora per andarsene. È successo che è dovuto partire prima della cerimonia della vittoria dopo i 100 metri. Ma prima che se ne andasse, stavo andando a una trasmissione e sono passato vicino al suo palco. Mi salutò con la mano e io feci un cenno di saluto. Penso che fosse un cattivo gusto criticare l ‚“uomo d’ora“ in un altro paese. [27]

Questo razzismo non era limitato ai tedeschi, come anche gli americani osservavano il razzismo. L’allenatore di atletica americana Dean Cromwell ha dichiarato: „Non è passato molto tempo fa che la sua [la nera atleta] capacità di scattare e saltare era una questione di vita e morte per lui nella giungla, i suoi muscoli sono flessibili e il suo facile andare La disposizione è un aiuto prezioso per il rilassamento mentale e fisico che un corridore e un saltatore devono avere „. Questi pensieri percolavano le Olimpiadi e rendevano la discriminazione comune in molti aspetti dei giochi. [25]

  • I velocisti americani Sam Stoller e Marty Glickman sono stati estratti dalla staffetta 4 × 100 il giorno prima della competizione, portando alla speculazione che il comitato olimpico degli Stati Uniti non volesse aggiungere l’imbarazzo di Hitler facendo guadagnare due medaglie d’oro a due ebrei.
  • Hitler ha chiesto una rivincita della partita dei quarti di finale per vincere la vittoria per 4-2 del Perù sull’Austria. La squadra olimpica nazionale peruviana ha rifiutato di giocare nuovamente la partita e si è ritirata dai giochi.
  • Durante i giochi, i nazisti smentirono il capitano Wolfgang Fürstner, il comandante mezzo ebreo del villaggio olimpico, e lo sostituirono con Werner von Gilsa. Dopo la conclusione dei giochi, Fürstner, un ufficiale di carriera, si suicidò quando venne a sapere che le leggi di Norimberga lo classificarono come ebreo e, come tale, doveva essere espulso dalla Wehrmacht.

Associazione calcio

Per il razzismo in associazione calcio (noto anche come calcio), vedi Razzismo in associazione calcio .

Il calcio associativo ha una storia di eventi di razzismo. Alcuni giocatori possono essere presi di mira a causa della loro associazione con una squadra avversaria. Tuttavia, ci sono stati casi di individui presi di mira dai propri fan. [28] [29] [30]

Il 3 gennaio 2013, un piccolo club italiano, Pro Patria , ha reso nota la sua prospettiva razzista giocando all’AC Milan . Kevin-Prince Boateng è un maschio nero del Ghana e durante questa partita è stato costantemente maltrattato per il suo colore della pelle.

„Quando Boateng toccò la palla per la prima volta, una piccola parte della folla emise rumori da scimmia: Oo-oo-oo-oo … Cinquanta persone lo chiamarono un animale. Chiuse gli occhi con loro e vide l’odio. Indicò la sua testa, per dire: „Sei un idiota“. I cori andarono avanti per 20 minuti: Oo-oo-oo-oo … Finalmente, dopo circa altri venti minuti del canto, Boateng raccolse la palla, la lanciò sugli spalti e uscì dal campo. La squadra quindi salì sul suo bus e tornò al compound dell’AC Milan. “ [31]

L’incidente di Boateng, tra gli altri, dimostra che i fan non prestano attenzione, o non si preoccupano, alla regolamentazione delle regole del corpo. Le modifiche apportate dal calcio dell’Associazione non hanno molti effetti sui tifosi, che sono i maggiori contributori al razzismo nel calcio, il che consente al razzismo di persistere.

Alcune politiche volte a ridurre il razzismo nel calcio associativo includono Football Against Racism in Europa , Show Racism The Red Card e Racism Breaks the Game in Romania ; non tutto è passato.

Australian Rugby

Rugby nel New South Wales e Anthony Mundine

Anthony Mundine ha fatto pubblicità sostenendo che il New South Wales è uno stato razzista in termini di sport della lega di rugby e che è uno dei motivi per cui ha lasciato lo sport per prendere il pugilato . Credeva che, a causa della sua gara, non fosse mai stato davvero apprezzato per i suoi talenti in campionato, essendo costretto a sedersi e giocare in posizioni diverse, nonostante si dimostrasse uno dei più talentuosi della lega. Al contrario, la prima scelta per l’Australia e il Nuovo Galles del Sud per la carriera di Mundine è stata di cinque anni per Laurie Daly, che ha capitanato il suo paese e stato, e che ha fatto la squadra indigena del secolo . Tra gli altri attori indigeni dell’epoca di Mundines che hanno rappresentato il loro stato e paeseSteve Renouf , Dale Shearer e Cliff Lyons . [32]

Pur essendo un pugile professionista, Mundine sente ancora il razzismo negli sport australiani e questo è evidente nella sua decisione di sedere durante l’inno nazionale prima della sua lotta contro Danny Green il 3 febbraio 2017. [33] Crede che l’inno nazionale non è rappresentativo dei neri, che sono ancora oppressi in Australia, e non lo hanno riconosciuto. [32]

2010
  • News.com.au riporta che il commentatore televisivo ed ex giocatore del campionato di rugby Andrew Johns era stato bandito per aver presuntamente chiamato Greg Inglis „nero c * nt“ mentre si rivolgeva alla squadra della squadra di rugby del New South Wales . Inoltre è stato affermato che Johns aveva fatto riferimento a Timana Tahu come una „fica nera“, „Abo“, „coon“, „nigger“ e „scimmia“. [34] [35] [36]

Vedi anche

  • Razzismo nello sport in Australia

Note

  1. Salta su^ „Razzismo nello sport e suoi effetti sulla società (con immagini, tweets) · rc20hard“ . Storify . Retrieved 2017-03-07 .
  2. Salta su^ Il razzismo nello sportDa: The Daily Telegraph l’8 gennaio 2008
  3. ^ Salta fino a:b „Negro League History 101 – An Introduction To The Negro Leagues“. Negro League Baseball Dot Com. Web. 13 marzo 2012. < http://www.negroleaguebaseball.com/history101.html >.
  4. ^ Salta su:b „Jackie Robinson | Society for American Baseball Research“ . sabr.org . Retrieved 2017-03-07 .
  5. ^ Salta su:e „Jackie Robinson“ . Biografia . Retrieved 2017-03-07 .
  6. Salta su^ „Ricerca di Scarborough: Demografia di fan di golf degli uomini.“ ,Sports Business al giorno . 4 gennaio 2007. Web. 13 marzo 2012
  7. Salta su^ „Tiger Woods“. TigerWoods.com:On Tour: Major Victories. Web. 13 marzo 2012.>.
  8. Salta su^ „Il giocatore di golf dice commenti su Woods frainteso“ . CNN . 30-10-2009 . Estratto il 12 novembre 2011 .
  9. Salta su^ Collina di Jemele. „Nessuna scusa per il commento di Steve Williams“.ESPN. ESPN Internet Ventures. Web. 13 marzo 2012
  10. Salta su^ „Ancora canale di golf Kelly Tilghman sospeso per“ lincoln „commento su Tiger Woods“ . GOLF.com . Retrieved 2017-03-07 .
  11. Salta su^ „Donald Sterling“ . Wikipedia . 2017/02/20.
  12. ^ Salta su:c „L’NBA indaga sul presunto discorso razzista di Sterling“ . ESPN.com . Retrieved 2017-03-07 .
  13. Salta su^ „La vendita di Clippers a Steve Ballmer si chiude, Donald Sterling fuori“ . CBSSports.com . Retrieved 2017-03-07 .
  14. ^ Salta fino a:c Clotfelter, Charles T. Big-time Sports nelle università americane. Cambridge: Cambridge UP, 2011. Stampa.
  15. Salta su^ Scott, Kevin (15 gennaio 2010). „Il noleggio del Tennessee dimostra che il razzismo è vivo e vegeto nel football del college“ . Rapporto Bleacher .
  16. ^ Vai fino a:un g „Ernie Davis“ . Biografia . Retrieved 2017-03-16 .
  17. ^ Salta su:d „Atleti afroamericani Ernie Davis“ . www.myblackhistory.net . Retrieved 2017-03-16 .
  18. ^ Salta fino a:c Kovanic, Seth. „UTEP’s Glory Road: The Team“ . gloryroad.utep.edu . Retrieved 2017-03-16 .
  19. Salta su^ „ESPN.com: Pagina 2: Reel Life: ‚Glory Road ‚ “ . www.espn.com . Retrieved 2017-03-16 .
  20. Salta su^ Pomerantz, Gary; Pomerantz, Gary (1983-02-09). „EWING SOTTO ASSUNTO“ . Il Washington Post . ISSN  0190-8286 . Retrieved 2017-03-16 .
  21. Salta^ Pomerantz, Gary. „Ewing attira la massima quantità di attenzione“. Anchorage News 20 febbraio 1983. Stampa.
  22. Salta su^ Carter, Bill (2007-04-10). „Radio host è sospeso su osservazioni razziali“ . New York Times . Estratto il 15 novembre . Controlla i valori della data in:( aiuto ) |access-date=
  23. ^ Salta a:b Stampa associata. „Don Imus Fired dalla radio CBS per commenti razzisti, un giorno dopo la presentazione di MSNBC Drops“ . Fox News . Estratto il 12 novembre 2011 .
  24. ^ Salta fino a:b „CBS Fires Don Imus Over Slial razziale“ . CBSNews . Estratto il 12 novembre 2011 .
  25. ^ Salta a:d Miller, Patrick B. „Le Olimpiadi naziste, Berlino, 1936: Esibizione presso l’US Holocaust Memorial Museum, Washington, DC“ London, ON Olympika, 1996 (pdf).
  26. ^ Salta su:b „TV SPORTS;“ Hitler’s Pawn „su HBO: un tradimento olimpico.“ Il New York Times. Il New York Times. Web. 13 marzo 2012. < https://www.nytimes.com/2004/07/07/sports/tv-sports-hitler-s-pawn-on-hbo-an-olympic-betrayal.html >.
  27. Salta su^ „The Pittsburgh Press – Google News Archive Search“ . news.google.co.uk . Estratto il 15/03/2017 .
  28. Salta su^ Sport e identità nazionale nel … – Google Books . Books.google.com. Estratto il 2010-03-19 .
  29. Salta su^ „Scheda 6: razzismo e calcio“ . Università di Leicester . Retrieved 2008-02-17 .
  30. Salta^ „BBC SPORT | Football | My Club | R | Rangers | La polizia sonda l’abuso di Edu“ . Notizie della BBC. 22-10-2009 . Estratto il 2010-03-19 .
  31. Salta su^ „Quando The Beautiful Game diventa brutto“ . ESPN.com . Estratto il 15/03/2017 .
  32. ^ Salta fino a:b „Anthony Mundine è ancora disperatamente arrabbiato per il fatto che la sua carriera nel campionato di rugby sia stata interrotta“ . Fox Sports. 13-12-2016 . Retrieved 2017-03-16 .
  33. Salta su^ „Anthony Mundine rifiuta di riconoscere l’inno nazionale prima che Danny Green combatta“ . Il Sydney Morning Herald . 2017-01-30 . Retrieved 2017-03-16 .
  34. Salta^ Andrew Johns schiva il divieto televisivo dopo gli scherzi razziali provocati dall’uscita di Timana Tahu Origindi Paul Malone 16 giugno 2010
  35. Salta su^ Folau parte della lista nera di Johns nella sezione del razzismodi Chris Barrett il 15 giugno 2010
  36. Salta su^ NRL Il razzismo sta sfuggendo al controllodi Chris Graham